Apple utilizzerà gli AirPods per rilevare i problemi di udito

Condividi l'articolo

I sensori sono stati brevettati dal 2014 per fornire dati sull’attività sportiva

Oltre all’app Salute sui dispositivi Apple, l’azienda tecnologica starebbe cercando di espandere i servizi di autocura per i clienti con una nuova funzione per gli AirPods. Tra i piani dell’azienda ci sarebbe quello di implementare i suoi apparecchi acustici con una tecnologia in grado di diagnosticare i problemi di salute dell’udito in fase di sviluppo.

Alcune delle attuali funzioni implementate negli ultimi modelli di AirPods mirano a mitigare gli effetti della perdita dell’udito. Ad esempio, le funzioni “Live Listen” e “Conversation Boost” possono in qualche modo sostituire gli apparecchi acustici con assistenza medica per aumentare il volume della voce delle persone.

Tuttavia, non sono state progettate o approvate dalle autorità competenti per servire ufficialmente a migliorare la salute degli utenti. Questo potrebbe cambiare nel prossimo futuro, poiché, secondo il giornalista di tecnologia Mark Gurman, Apple sta progettando di implementarle nei prossimi due anni.

Apple ha brevettato un sensore che in futuro potrebbe essere incluso negli AirPods per fornire servizi di salute dell’udito (Apple Insider)

Nel frattempo, l’analista di Apple Ming-Chi Kuo ha affermato che una delle funzioni su cui l’azienda sta già lavorando è il “monitoraggio biometrico della salute”, che potrebbe essere introdotto nei prossimi modelli di AirPod. I nuovi dispositivi sarebbero in grado di rilevare lo stato di salute del sistema uditivo di una persona attraverso i dati raccolti dalla temperatura, dalle pulsazioni, dai livelli di sudorazione e da altri fattori.

Leggi anche:

Il sensore che Apple sta cercando di implementare negli AirPods era già stato brevettato dall’azienda tra il 2014 e il 2016, quasi un decennio fa. Questi documenti indicavano che lo scopo del sensore sarebbe stato principalmente quello di monitorare l’attività sportiva e che sarebbe stato implementato sia nelle cuffie che negli auricolari dell’azienda. Ciò non pregiudicherebbe lo spazio da dedicare alle funzioni di cui entrambi i dispositivi già dispongono, in quanto includerebbe l’accesso vocale a Siri.

D’altra parte, nel 2021, il vicepresidente della tecnologia di Apple, Kevin Lynch, ha indicato in un’intervista che l’azienda sarebbe interessata a utilizzare gli AirPods per offrire informazioni relative alla salute delle persone. “Forse c’è spazio per esplorare il potenziale di future funzionalità sanitarie nei sensori. È possibile che li usiamo in combinazione”, ha detto il rappresentante, anche se non è stato molto specifico su un dispositivo in particolare.

Scansione della forma della testa

Una delle funzioni attive con gli AirPods di Apple è l’Audio spaziale personalizzato, anche se non si tratta di una funzione speciale dedicata alla salute, ma piuttosto di migliorare l’esperienza sonora dell’utilizzo di questi dispositivi. Ciò richiede la scansione della testa di una persona in modo che il volume delle onde sonore sia regolato in modo specifico in base alla forma del cranio dell’utente.

L’impostazione personalizzata dell’audio spaziale richiede la scansione della forma della testa dell’utente (The Verge)

In questo modo, secondo Apple, il suono viene distribuito in tutta la testa, utilizzando le ossa al suo interno come cassa di risonanza per amplificare il suono in modo più appropriato. Avendo un’idea della forma delle orecchie e del cranio, il sistema audio può essere adattato per ricevere meglio i suoni di canzoni, video o giochi.

La speciale configurazione del suono richiede non solo l’uso degli AirPods durante la scansione, ma il processo deve essere effettuato anche con la fotocamera dell’iPhone, che presenterà spunti per stabilire la forma della testa da tutte le angolazioni (due laterali e una frontale).

Scansione della testa degli utenti per impostare un audio spaziale personalizzato (Apple Insider)

Una volta completati questi passaggi, la personalizzazione dell’audio spaziale è completa e deve essere attivata per accedere a tutte le sue funzionalità.

Il servizio Audio spaziale personalizzato è supportato nelle applicazioni che presentano contenuti compatibili come Apple Music, Spotify, FaceTime, Netflix e altre piattaforme audio e video simili.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti aspettavi questo predominio di Apple nella classifica degli smartphone più venduti? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: