News

Violazione del DMA: l’UE prende di mira le Big Tech

Condividi l'articolo

L’Unione Europea ha avviato un’indagine su Apple, Google e Meta per potenziali violazioni del Digital Markets Act (DMA), una nuova legge che mira a promuovere la concorrenza e l’innovazione nei mercati digitali.

Il DMA è entrato in vigore il 1° novembre 2022 e impone una serie di obblighi alle grandi piattaforme online, note come “gatekeeper“. Questi obblighi includono:

  • Consentire agli utenti di disinstallare facilmente le app preinstallate
  • Consentire agli utenti di scegliere tra diversi app store
  • Rendere più facile per gli sviluppatori di app competere con le app dei gatekeeper
  • Fornire agli utenti l’accesso ai propri dati
Leggi anche:

La Commissione europea, l’autorità antitrust dell’UE, ha affermato che sta indagando su Apple, Google e Meta per verificare se stanno rispettando questi obblighi. L’indagine si concentrerà in particolare sulle pratiche di queste aziende nei loro rispettivi app store.

Se le aziende dovessero essere ritenute colpevoli di aver violato il DMA, potrebbero dover affrontare multe fino al 10% del loro fatturato globale.

L’indagine è un segnale chiaro che l’UE è determinata a far rispettare il DMA e a garantire che le grandi piattaforme online non abusino della loro posizione dominante.

L’esito dell’indagine potrebbe avere un impatto significativo sul modo in cui Apple, Google e Meta operano nei mercati digitali europei.’UE è un passo significativo verso l’applicazione del DMA e invia un chiaro messaggio alle aziende tecnologiche che devono rispettare le nuove regole.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 39 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments