I mirtilli possono ridurre il declino cognitivo negli anziani

Condividi l'articolo

I mirtilli sono ricchi di antiossidanti benefici. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nutritional Neuroscience, mangiare regolarmente mirtilli selvatici può aiutare a invertire il declino cognitivo tra gli anziani.

Durante lo studio, i ricercatori dell’Università della Carolina del Nord (UNC) hanno scoperto che gli anziani americani che già soffrivano di “problemi cognitivi dimostrabili” hanno sperimentato incredibili benefici dal consumo di mirtilli ogni giorno.

In molti casi, la salute del cervello dei partecipanti allo studio ha raggiunto gli stessi livelli di quelli senza una storia nota di declino cognitivo. Questo è importante perché non ci sono cure tradizionali per la demenza.

I mirtilli sono un popolare “superfood”, con straordinarie proprietà antiossidanti. Le bacche contengono anche diverse vitamine e minerali legati alla salute del cervello e alla riduzione delle malattie cardiache e del rischio di cancro.

Una porzione da una tazza (circa 148 grammi) di mirtilli fornisce il 24% dell’assunzione giornaliera di vitamina C, il 36% di vitamina K, il 25% di manganese e il 14% di fibra alimentare.

Funzione cognitiva e consumo di mirtilli

Per lo studio, i ricercatori hanno raccolto dati da 86 anziani di età compresa tra 65 e 80 anni.

I volontari hanno tutti auto-riferito problemi cognitivi. Altre 43 persone nella stessa fascia di età ma senza problemi cerebrali segnalati hanno preso parte allo studio come gruppo di controllo.

Dopo uno screening iniziale per determinare il funzionamento cognitivo all’inizio dello studio, i partecipanti sono stati divisi in due gruppi: un gruppo ha aggiunto polvere di mirtillo selvatico alla loro dieta mentre l’altro ha aggiunto un placebo.

La dott.ssa Carol Cheatham, ricercatrice capo e professore associato di psicologia e neuroscienze presso l’UNC, ha affermato di aver utilizzato specificamente i mirtilli selvatici del Maine per lo studio perché i fitochimici che contengono possono combattere il cancro della pelle, i parassiti e altri elementi nel duro ambiente nord-orientale.

I mirtilli possono invertire il declino cognitivo

Quando le persone consumano bacche, i benefici protettivi del contenuto fitochimico dei frutti vengono trasferiti all’uomo. Lo studio ha dimostrato che le sostanze fitochimiche nei mirtilli selvatici possono aumentare la salute del cervello.

Per lo studio, i volontari hanno mescolato la polvere di mirtillo nel loro cibo ogni giorno. Sei mesi dopo, sono stati nuovamente sottoposti a screening per la salute cognitiva.

I ricercatori hanno scoperto che la velocità di elaborazione mentale dei partecipanti che consumavano i mirtilli ogni giorno si è notevolmente ripresa dopo il periodo di studio.

In media, la loro elaborazione mentale è stata ripristinata al punto che avevano la stessa velocità di elaborazione del gruppo di controllo che non ha riportato alcun declino cognitivo.

La velocità di elaborazione si riferisce alla capacità del cervello di memorizzare e richiamare informazioni. I ricercatori hanno spiegato che la velocità di elaborazione è la chiave di tutte le funzioni cerebrali e questo miglioramento indica un “salto generale nella salute del cervello”.

Lo studio era relativamente piccolo, ma Cheatham crede che il suo team abbia trovato una soluzione naturale ed efficace ai problemi cognitivi che affliggono milioni di americani.

La stessa Cheatham incorpora i mirtilli nella sua dieta regolare mescolando almeno due tazze di frutti di bosco in un frullato per la colazione.

Puoi anche migliorare la salute del tuo cervello consumando mirtilli ogni giorno. Anche quantità molto più piccole dell’assunzione giornaliera di Cheatham possono comunque essere efficaci.

Migliora la salute del tuo cervello con queste gustose ricette ai mirtilli

Prova queste fantastiche ricette con mirtilli ricchi di antiossidanti per migliorare la salute del tuo cervello.

Muffin sani ai mirtilli e farina d’avena

Questa ricetta abbina i mirtilli con la farina d’avena ricca di fibre.

Ingredienti per 12 porzioni:
  • 1 1/5 tazze di farina integrale per pasticceria
  • 1 tazza di mirtilli freschi o congelati
  • 1 tazza di avena
  • 1 tazza di latte di mandorla alla vaniglia, non zuccherato
  • 1/2 tazza di olio di cocco
  • 1/2 tazza di miele
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 uovo grande
Preparazione:
  1. Mescolare gli ingredienti secchi in una ciotola capiente: farina, avena, lievito, bicarbonato, cannella e sale.
  2. Sbattere gli ingredienti umidi in una ciotola media: olio di cocco, uovo, miele, vaniglia e latte di mandorle.
  3. Versate il composto con gli ingredienti umidi nella ciotola degli ingredienti secchi e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Non mescolare troppo. Mettere da parte il composto per 10 minuti.
  4. Preriscaldare il forno a 350 F e foderare lo stampo per muffin con i pirottini mentre il composto è messo da parte.
  5. Unire i mirtilli e distribuire uniformemente la pastella tra i fori della teglia per muffin. Cospargere la parte superiore dei muffin con altra avena per guarnire.
  6. Cuocere i muffin per 20-25 minuti, girando la teglia intorno al segno dei dieci minuti per cuocere tutti i muffin in modo uniforme.
  7. I muffin sono pronti quando si inserisce uno stuzzicadenti al centro dei muffin e ne esce pulito senza pastella.
  8. Lasciate raffreddare i muffin per 10 minuti e trasferiteli su una gratella per completare il raffreddamento.
Barrette vegane per la colazione ai mirtilli senza cottura

Queste barrette vegane ai mirtilli non hanno bisogno di essere sfornate e sono perfette per una colazione o uno spuntino veloce e gustoso.

Ingredienti per 16 porzioni:
  • 1 1/5 tazze di fiocchi d’avena 100% pura, incontaminata (certificata senza glutine)
  • 1 tazza di burro di mandorle
  • 3/4 tazza di mandorle intere
  • 1/2 tazza colma di mirtilli secchi
  • ½ tazza di pistacchi
  • 1/3 di tazza di semi di lino macinati
  • 1/3 di tazza di pepite
  • 1/3 di tazza di puro sciroppo d’acero o miele
  • 1/3 di tazza di noci
  • 1/4 tazza di semi di girasole
  • 1/4 di tazza di salsa di mele non zuccherata
Preparazione:
  1. Foderare una teglia da 8 “x 8” o di dimensioni simili con pergamena o carta oleata fino a quando la carta non pende dai bordi.
  2. Unire l’avena, le mandorle, i mirtilli, i pistacchi, i semi di lino macinati, le noci, le pepitas e i semi di girasole in una ciotola capiente e mescolare per amalgamare.
  3. Aggiungere lo sciroppo d’acero o la salsa di miele e mele nella ciotola grande, quindi mescolare di nuovo per unire.
  4. Aggiungere il burro di mandorle agli ingredienti combinati nella ciotola e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.
  5. Metti la pastella nella padella preparata. Premere con decisione con il palmo delle mani o utilizzare un mini rullo. Distribuire il composto il più uniformemente possibile.
  6. Lasciare la teglia in freezer per almeno un’ora.
  7. Togliere la teglia dal congelatore.
  8. Sollevare con cautela la lastra congelata dalla teglia utilizzando l’eccesso lungo i bordi. Appoggia la lastra e stacca delicatamente la carta.
  9. Taglia la lastra in diagonale in otto barre lunghe, quindi taglia ciascuna barra lunga a metà per creare 16 barre. Conserva le barrette in un contenitore sigillato o in un sacchetto nel congelatore.
Appunti:
  • Poiché questa ricetta non contiene additivi come riempitivi e leganti, non si gelificano insieme come fanno le barrette per la colazione acquistate in negozio. Ma questo è un piccolo sacrificio che vale la pena se ami fare uno spuntino sano che fa bene anche a te, meno gli ingredienti dannosi aggiunti.
  • Fuori dal congelatore queste barrette potrebbero perdere gradualmente forma, ma potresti usare impacchi di ghiaccio da viaggio o da pranzo per tenerle in un unico pezzo fino a quando non sei pronto per mangiarle.
  • Puoi sostituire qualsiasi noce o seme a tua scelta o burro di noci o semi. Puoi anche usare la tua frutta secca preferita come albicocche a fette, mirtilli rossi, ciliegie, datteri o fichi.
  • Nota che se rimuovi un ingrediente, devi sostituirlo con uno simile per assicurarti che le barrette si formino allo stesso modo.
  • La farina d’avena pura non contiene glutine, ma molte avene vendute in commercio lo fanno a causa della contaminazione incrociata. Se sei sensibile al glutine o sei celiaco, assicurati di utilizzare solo farina d’avena certificata “senza glutine”.

Previeni il declino cognitivo e migliora la salute del tuo cervello seguendo una dieta equilibrata e mangiando mirtilli ogni giorno.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Sapevi che i mirtilli avessero questo potere antiossidante? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x