News

OpenAI e un’ex Apple vogliono creare l'”iPhone dell’intelligenza artificiale”

Condividi l'articolo

Sam Altman starebbe pensando di creare un dispositivo per accedere più facilmente a questi programmi.

OpenAI, l’azienda responsabile dello sviluppo dell’intelligenza artificiale come quella utilizzata in ChatGPT, starebbe progettando lo sviluppo di un nuovo dispositivo fisico che renda ancora più accessibili questi programmi alle persone.

A tale scopo, il CEO dell’azienda tecnologica, Sam Altman, si sarebbe incontrato con Jony Ive, ex designer di Apple (che ha lasciato l’azienda nel 2019) e responsabile dei modelli di prodotti come l’iPhone, l’iMac e il MacBook Air, dispositivi che hanno raggiunto grande popolarità e sono molto apprezzati dai fan del marchio.

Secondo The Information, sia Altman che Ive si sarebbero incontrati diverse volte per discutere dello sviluppo di questo nuovo prodotto di cui non si conosce ancora forma, colore o funzioni. Tuttavia, essendo direttamente collegato a OpenAI, si può intuire che potrebbe trattarsi di una sorta di dispositivo mobile (non necessariamente un telefono) che fornirà accesso agli strumenti attuali o futuri sviluppati dall’azienda.

Nel progetto, che non ha ancora un nome ufficiale, sarebbe coinvolta anche un’azienda giapponese chiamata Softbank, specializzata in progetti di investimento tecnologico. Secondo quanto riportato, il CEO Masayoshi Son sarebbe coinvolto in queste discussioni a un certo livello, anche se non è ancora chiaro quale ruolo avrà in questi sforzi.

Sebbene sia evidente che Son potrebbe essere un finanziatore, non è stato confermato se effettivamente lo sarà o se potrebbe ricoprire un altro ruolo.

Leggi anche:

D’altra parte, anche se Ive ha esperienza nella progettazione di telefoni cellulari e computer per Apple, ciò non significa necessariamente che il dispositivo che OpenAI ha in mente sarà uno di questi, poiché attualmente l’azienda dispone già di applicazioni native (Android e iOS) e un sito web accessibile a tutti gli utenti.

Pertanto, qualunque sia il design del nuovo dispositivo per l’intelligenza artificiale, dovrebbe avere caratteristiche esclusive più avanzate o potenziare quelle già accessibili. Inoltre, OpenAI ha la sfida di creare un dispositivo in grado di competere con altri dispositivi come telefoni cellulari, tablet, smartwatch e persino occhiali per la realtà aumentata o mista come quelli sviluppati da Apple. Sebbene sia probabile che abbia uno schermo touchscreen, bisognerà anche stabilire se si tratterà di un dispositivo autonomo (che non dipende dalla sincronizzazione con altri dispositivi, ma richiede una connessione Internet) o se sarà principalmente un accessorio come uno schermo aggiuntivo nello spazio di lavoro.

OpenAI avrebbe già pronto “GPT-5”

Anche se non viene chiamato effettivamente GPT-5, OpenAI avrebbe già sviluppato un nuovo chatbot chiamato GPTBot, un crawler web di OpenAI. Secondo l’azienda, lo strumento raccoglierà dati pubblicamente disponibili dai siti web, evitando nel contempo contenuti a pagamento, sensibili o proibiti.

Tuttavia, in modo simile ad altri motori di ricerca come Google, Bing e Yandex, per impostazione predefinita, il sistema è abilitato a indicizzare contenuti accessibili e considerati leciti. Per evitare che il crawler web di OpenAI analizzi un sito web, il proprietario del sito può specificare le istruzioni appropriate nel file “robots.txt”.

Questi sviluppi indicano un’impegno continuo da parte di OpenAI nel migliorare l’accessibilità e l’efficacia dei suoi strumenti di intelligenza artificiale.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti piace questa idea di creare un “iPhone dell’IA”? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 63 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: