News

Android 15 risolverà i problemi di spazio di archiviazione

Condividi l'articolo

Con Android 15, l’archiviazione delle app potrebbe finalmente diventare davvero utile, come avrebbe dovuto essere fin dall’inizio.

A inizio 2022 Google annunciava la funzione di archiviazione automatica del Play Store, che permette di risparmiare spazio archiviando (per l’appunto) automaticamente le app utilizzate raramente, qualora lo spazio di memoria sia in esaurimento. Peccato che finora questa funzione abbia avuto dei grossi limiti: intanto è automatica, cioè l’utente non può in alcun modo forzarla a piacimento né scegliere su quali app debba agire, inoltre è limitata alle app installare dal Play Store, quindi tutte le altre sono escluse.

Per fortuna però le cose potrebbero cambiare con Android 15.

Come scoperto da Mishaal Rahman, nel codice delle QPR di Android 14 ci sono chiari riferimenti alla possibilità che l’archiviazione possa essere attivata a piacimento dell’utente, su qualsiasi app presente sul dispositivo, direttamente nella pagina di informazioni di ciascuna app. Mishaal è riuscito anche ad attivarla, almeno in parte perché comunque ancora incompleta, dandoci così modo di vederla in azione.

Leggi anche:

Considerando la particolarità della funzione, che richiede comunque un intervento da parte degli sviluppatori, è improbabile che questa arrivi con Android 14, per questo è più probabile che dovremo attendere la prossima major release del sistema operativo.

Come vedete le app archiviate avranno sopra un simbolo per distinguerle dalla versione regolare, che potrete ripristinare premendo sul tasto restore. Le app non utilizzate saranno archiviate automaticamente, se selezionerete l’apposita opzione sempre nella pagina di info dell’app.

Ricordiamo che gli sviluppatori dell’app devono aver previsto questa possibilità nel codice della stessa, che di fatto crea un APK “essenziale” dell’app, che di fatto occuperà pochissimo spazio perché privo della maggior parte dei dati dell’app, salvo quelli che servono a ripristinarla al suo stato originale in caso di richiesta dell’utente. In definitiva è un modo furbo per risparmiare spazio, senza disinstallare del tutto l’app, e quindi senza doverla configurare da zero casomai voleste usarla nuovamente in futuro.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti piace questa novità di Android 15? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 98 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments