Quantcast
AltroGamesRecensioni

Come guadagnare giocando ai videogames: tra i nuovi trend, quello di partecipare ai tornei eSports con i premi messi in palio dagli sponsor

Condividi l'articolo

Tra le novità Gran Turismo, spiccano il Super Trofeo Terrybet.news e la Lega Union Italia.

Si può guadagnare giocando ai videogame?

Per la felicità di molti teenagers la risposta è sì, certo che si può guadagnare giocando ai videogames, ma quello che invece piacerà meno, è sapere che guadagnare giocando, resta pur sempre un lavoro. Infatti, nonostante siano tanti i metodi e le strategie suggerite, in ogni caso è necessario impegnarsi duramente e con costanza per poter riuscire ad ottenere dei risultati economici che siano soddisfacenti. Ad oggi sono tante le strade professionali che si possono intraprendere nel settore del gaming, ma anche tanti i rischi di cui solitamente si parla meno. Infatti, oltre alle persone che guadagnano migliaia e a volte milioni di euro, ci sono tante altre persone che ne guadagnano solo alcune centinaia ed altre ancora che magari non guadagnano nulla. Prima di vedere tutti i modi con cui poter monetizzare la propria passione per i videogames, il nostro consiglio è quello di capire il proprio obiettivo economico. Le opzioni principali sono 2:

  • divertirsi nel tempo libero, ma allo stesso provare a guadagnare una qualsiasi somma extra;
  • trasformare la passione per i videogame in un lavoro a tempo pieno.

Come guadagnare una cifra extra con i videogames

Leghe eSports

Se l’obiettivo è semplicemente quello di guadagnare qualche premio in denaro, una delle strategie migliori può essere quella di partecipare a leghe eSports private, aperte ai giocatori di livello semiprofessionistico, come ad esempio la Lega Union Italia di Gran Turismo sponsorizzata dal blog online Terrybet.news. Ovviamente anche in queste competizioni occorre essere preparati e competitivi, ma di sicuro non si parla di un lavoro a tempo pieno, come quello di un pilota assunto per esempio dalla Ferrari per il proprio team nella categoria eSports o di un giocatore di Fifa assunto da un club di Serie A.

Play to earn

Il play to earn è uno dei trend emergenti a partire dal 2020/2021, soprattutto grazie all’esplosione contagiosa di Nft e criptovalute. Letteralmente giocare per guadagnare, consiste nella possibilità di accumulare oggetti o token al fine di rivenderli in un marketplace. Gli esempi più famosi sono Axie Infinity, Decentraland e Star Atlas, tutti nativi su blockchain. Nel settore, sarà curioso vedere quali saranno i risvolti economici del metaverso di Mark Zuckerberg, sia dal lato utenti che dalla prospettiva aziende.

Come lavorare a tempo pieno con i videogames

Fare il pro gamer

Diventare un professionista negli eSports è uno dei sogni più ambiti di qualunque ragazzo nato dopo il 2000. Le cifre che si possono guadagnare sono molto variabili, non solo in base alle proprie capacità, ma soprattutto in base al videogioco nel quale si desidera competere.

Negli eSports di maggior successo infatti, è possibile aggiudicarsi un contratto da professionista, per esempio con un club di Serie A od una scuderia di Formula 1, oppure aggiudicarsi dei premi milionari come nel caso di videogames di fama mondiale quali Dota, League of Legends e Fortnite. Tuttavia, come in tutti gli sport, emergere può essere molto difficile e soprattutto faticoso. Infatti, un pro gamer deve avere disciplina ed allenarsi con costanza per poter trionfare sui propri avversari. Inoltre, bisogna essere abbastanza bravi nelle pubbliche relazioni sui social network, in quanto saper intrattenere un numero elevato di follower è fondamentale per acquisire notorietà online ed essere acquistati da team importanti. Infine, anche se il poker sportivo non è considerato un eSports, rientra comunque tra quei giochi online che forniscono possibilità di vincita in base alle proprie abilità e non alla semplice fortuna.

Essere un influencer su youtube e twitch

Essere attivi sia su youtube che su twitch può essere un’ottima idea per dar vita ad una propria community di follower. Chi desidera guadagnare su queste piattaforme può decidere sia di caricare lezioni tutorial che pubblicare le dirette streaming delle proprie sessioni di gaming. I guadagni possono arrivare dagli sponsor, dai referral link, ma anche da abbonamenti e donazioni volontarie degli utenti. Inoltre, se si resta nel settore del professionismo, si può diventare anche coach, in quanto anche i potenziali giocatori di maggiore successo hanno bisogno di un allenatore che sveli i propri segreti e funga da supporto psicologico nelle sfide più importanti.

Essere un tester

Essere un tester significa provare i videogiochi quando sono ancora in fase di sviluppo, in modo tale da poter trovare eventuali bug e fornire recensioni e suggerimenti utili alla casa produttrice, prima che il videogioco entri definitivamente in commercio. E’ un lavoro che permette di guadagnare anche fino ai 50000 euro l’anno ed è consigliato soprattutto ai nerd del settore e ai cosiddetti early adopter. Sempre per le case produttrici infine, si può lavorare come copywriter per scrivere guide pratiche alla scelta e all’utilizzo dei videogiochi online.

La scelta dei modi con cui guadagnare online è veramente ampia, bisogna solo sapere ciò che si desidera, qual è la propria passione principale e soprattutto, rimboccarsi le maniche! Buon gioco e buon lavoro a chi intende fare carriera in questa nuova realtà!

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuto questo articolo su come guadagnare con i videogames? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 181 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x