GuruMacOSSoftware

Come scoprire lo stato di salute della batteria di iPhone

Condividi l'articolo

Gli utenti possono controllare lo stato del componente utilizzando un Mac.

Le batterie dei telefoni cellulari, indipendentemente dal modello o dal produttore di ogni dispositivo, hanno una durata limitata e sono in costante deterioramento a causa delle abitudini d’uso delle persone su base quotidiana, oltre che per la costanza con cui vengono caricate completamente. In altre parole, più viene utilizzato, minore è la durata di vita del dispositivo e minore è la durata di vita autonoma.

Chi vuole tenere sotto controllo la durata di questo componente nel tempo deve considerare che la capacità massima della batteria diminuisce con il passare del tempo fino a raggiungere una durata inferiore al normale. Una carica del 100% su un dispositivo nuovo non è la stessa quantità di energia di una carica del 100% su un iPhone dopo un anno di utilizzo.

Nel caso degli iPhone, gli utenti hanno la possibilità di identificare il numero approssimativo di cariche complete residue dei dispositivi, in modo da poter gestire l’energia consumata e avere un maggiore controllo sulla durata dei telefoni.

L’opzione più semplice per identificare il numero di cicli di carica dei dispositivi è scaricare un’applicazione aggiuntiva chiamata Coconut Battery, accessibile e scaricabile gratuitamente da chiunque abbia un computer Mac. Questa piattaforma consente di scansionare un iPhone e di identificare la sua potenza.

Leggi anche:

Per avviare questo processo, gli utenti devono collegare l’iPhone al computer tramite un cavo USB e l’applicazione avvierà un rapido processo di diagnostica del dispositivo in tempo reale. I dati che si possono ottenere sono relativi allo stato di salute della batteria, come la capacità energetica totale del componente, la carica attuale, la temperatura, la velocità di scarica e il numero di cicli di carica completa dell’iPhone in quel momento.

Secondo la pagina di supporto ufficiale di Apple, la batteria dell’iPhone è progettata per mantenere almeno l’80% della carica originale per circa 500 cicli di carica in “condizioni d’uso normali” ed è coperta dalla garanzia di un anno di Apple, anche se in altre circostanze l’opzione migliore per gli utenti è quella di rivolgersi a un rivenditore Apple per verificare se l’assistenza è disponibile.

Ricarica efficiente della batteria dell’iPhone

Il modo più comune per ricaricare un dispositivo di questo tipo è utilizzare un normale caricabatterie progettato per iPhone, che collega il dispositivo a una presa di corrente tramite un cavo Lightning, almeno fino a quando Apple non stabilirà che i cavi USB Type-C sono lo standard nei dispositivi, come stabilito dall’Unione Europea almeno per quel mercato.

Questo sarebbe il modo più veloce ed efficiente per ricaricare i dispositivi, perché i conduttori elettrici sono fisicamente a contatto, consentendo un migliore trasferimento di energia con una minima perdita di calore. Tuttavia, questo ha un costo e cioè che gli utenti che attivano costantemente la funzione di ricarica rapida degradano più rapidamente lo stato della loro batteria.

Gli iPhone sono in grado di gestire la ricarica rapida in modo che, anche quando si raggiunge l’80% della capacità della batteria, il dispositivo venga sottoposto a un processo più lento fino a raggiungere il 100% della capacità. Tuttavia, questa funzione consuma più rapidamente gli elettrodi e danneggia il telefono a medio termine.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è stato utile questo articolo per conoscere lo stato di salute della batteria? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 12 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments