Quantcast
News

Google introdurrà un prezzo speciale per Spotify Premium

Condividi l'articolo

Il negozio di app per Android applicherà un sovrapprezzo di appena il 4% invece del solito 15% per le altre piattaforme

Google ha annunciato una nuova collaborazione con Spotify, il popolare servizio di streaming musicale, che comporterà un trattamento speciale per gli abbonati alla versione premium di Spotify. A differenza delle altre app disponibili sul Play Store di Google, gli abbonati premium di Spotify non saranno soggetti alla consueta commissione del 15% che viene addebitata per l’utilizzo dello store come metodo di pagamento.

Questa decisione, che entrerà in vigore a breve, significa che Spotify non dovrà più condividere una parte dei suoi guadagni (circa il 15% di ogni abbonamento premium) con Google a causa di una microtransazione. Secondo il supporto di Google, questa commissione rappresenta una “quota di servizio” che consente all’azienda di generare entrate e di distribuire Android gratuitamente, fornendo strumenti e servizi che aiutano gli sviluppatori a creare imprese di successo e a mantenere la sicurezza delle piattaforme.

Questa eccezione consentirà agli utenti di Spotify di ottenere un notevole sconto sul costo mensile dell’abbonamento premium rispetto ad altre app, poiché Spotify potrà offrire i suoi servizi premium senza il pagamento del 15% solitamente richiesto da Google. Inoltre, i clienti di Spotify potranno effettuare il pagamento periodico direttamente dal sito web dell’applicazione, ottenendo un prezzo più conveniente che non tiene conto della commissione aggiuntiva.

Leggi anche:

Il capo delle partnership globali di Google, Don Harrison, ha affermato che la popolarità di Spotify tra gli utenti del Play Store di Google è stata sufficiente per giustificare un trattamento differenziato nella piattaforma, presente su tutti i dispositivi Android. Come parte dell’accordo tra le due aziende, è stato creato un “fondo di successo” in cui entrambe le parti investiranno 50 milioni di dollari per supportare lo sviluppo di altre applicazioni indipendenti. Non è ancora stata annunciata la data precisa in cui questa modifica entrerà in vigore, ma si prevede che avvenga nel corso del 2024.

Inoltre, questa nuova collaborazione potrebbe influire sul prezzo dell’abbonamento al nuovo piano di Spotify chiamato “Supremium”, che offrirà vantaggi aggiuntivi rispetto al piano premium attuale. Questo servizio, in fase di sviluppo dal 2021, offrirà un audio di alta qualità e la possibilità di creare playlist utilizzando l’intelligenza artificiale. Il piano “Supremium” offrirà musica senza perdita di qualità a 24 bit, consentendo agli utenti di godere di un suono simile a quello di un CD, senza la compressione audio che influisce sulla fedeltà della musica.

Al momento, il codice di Spotify indica un prezzo di 20 dollari per il livello “Supremium”, molto superiore rispetto agli altri piani esistenti come il pacchetto “Individuale” offerto attualmente al costo di 11 dollari al mese.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 94 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x