I server di Telegram costano troppo. In arrivo pubblicità e contenuti premium

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Aumentano gli utenti e aumentano i costi. Durov pensa a come monetizzare Telegram

Tranquilli, Telegram non diventerà a pagamento ma, il proprietario Pavel Durov, per far fronte ai gravosi costi per la gestione dei server, ha trovato un modo per monetizzare il programma di messaggistica istantanea migliore al mondo e di garantirne quindi la sopravvivenza.

Nel suo canale ufficiale, Durov è stato molto esplicito ed ha rilasciato una dichiarazione che vi allego, ovvimente tradotta in italiano:  

Mentre Telegram si avvicina a 500 milioni di utenti attivi, molti di voi si pongono la domanda: chi pagherà per supportare questa crescita? Dopotutto, più utenti significano più spese per traffico e server. Un progetto delle nostre dimensioni ha bisogno di almeno qualche centinaio di milioni di dollari all’anno per andare avanti.

Per la maggior parte della storia di Telegram, ho pagato le spese dell’azienda con i miei risparmi personali. Tuttavia, con la sua attuale crescita, Telegram è sulla buona strada per raggiungere miliardi di utenti e richiedere finanziamenti adeguati. Quando un progetto tecnologico raggiunge questa scala, in genere ci sono due opzioni: iniziare a guadagnare denaro per coprire i costi o vendere l’azienda.

Da qui la domanda: quale percorso prenderà Telegram? Vorrei sottolineare alcuni punti per chiarire il nostro piano:

  1. Non venderemo l’azienda come i fondatori di Whatsapp. Il mondo ha bisogno di Telegram per rimanere indipendente come un luogo in cui gli utenti siano rispettati e sia garantito un servizio di alta qualità. Telegram deve continuare a servire il mondo come esempio di azienda tecnologica che mira alla perfezione e all’integrità. E, come mostrano i tristi esempi dei nostri predecessori, ciò è impossibile se diventi parte di una società.
  2. Telegram è qui per restare a lungo. Abbiamo iniziato a sviluppare le nostre app per il nostro uso personale più di 8 anni fa e da allora abbiamo fatto molta strada. Nel processo, Telegram ha cambiato il modo in cui le persone comunicano sotto diversi aspetti: crittografia, funzionalità, semplicità, design, velocità. Questo viaggio è appena iniziato. C’è molto di più che possiamo – e vogliamo – portare al mondo.
  3. Per rendere possibili i punti 1 e 2, Telegram inizierà a generare entrate, a partire dal prossimo anno. Lo faremo in conformità con i nostri valori e gli impegni che abbiamo assunto negli ultimi 7 anni. Grazie alla nostra scala attuale, saremo in grado di farlo in modo non intrusivo. La maggior parte degli utenti noterà a malapena alcun cambiamento.
  4. Tutte le funzionalità attualmente gratuite rimarranno gratuite. Aggiungeremo alcune nuove funzionalità per team aziendali o utenti esperti. Alcune di queste funzionalità richiederanno più risorse e saranno pagate da questi utenti premium. Gli utenti regolari potranno continuare a godere di Telegram – gratuitamente, per sempre.
  5. Tutte le parti di Telegram dedicate alla messaggistica rimarranno prive di pubblicità. Riteniamo che la visualizzazione di annunci in chat private 1 a 1 o chat di gruppo sia una cattiva idea. La comunicazione tra le persone dovrebbe essere priva di pubblicità di qualsiasi tipo.
  6. Oltre alla sua componente di messaggistica, Telegram ha una dimensione di social networking. I nostri enormi canali pubblici uno-a-molti possono avere milioni di abbonati ciascuno e sono più simili ai feed di Twitter. In molti mercati i proprietari di tali canali visualizzano annunci per guadagnare denaro, a volte utilizzando piattaforme pubblicitarie di terze parti. Gli annunci che pubblicano sembrano messaggi normali e sono spesso invadenti. Risolviamo questo problema introducendo la nostra piattaforma pubblicitaria per canali pubblici uno-a-molti, una che è facile da usare, rispetta la privacy e ci consente di coprire i costi dei server e del traffico.
  7. Se Telegram inizia a guadagnare denaro, anche la comunità dovrebbe beneficiarne. Ad esempio, se monetizziamo grandi canali pubblici uno-a-molti tramite la piattaforma pubblicitaria, i proprietari di questi canali riceveranno traffico gratuito in proporzione alle loro dimensioni. Oppure, se Telegram introduce adesivi premium con caratteristiche espressive aggiuntive, anche gli artisti che realizzano adesivi di questo nuovo tipo riceveranno una parte del profitto. Vogliamo che milioni di creatori e piccole imprese basati su Telegram prosperino, arricchendo l’esperienza di tutti i nostri utenti.

Questo è il modo in cui Telegram ci consentirà di continuare a innovare e di continuare a crescere per i decenni a venire. Saremo in grado di lanciare innumerevoli nuove funzionalità e accogliere miliardi di nuovi utenti. Nel farlo, rimarremo indipendenti e rimarremo fedeli ai nostri valori, ridefinendo il modo in cui un’azienda tecnologica dovrebbe operare.

Dite la vostra!

Siete d’accordo con questa nuova politica adottata dal creatore di Telegram, Pavel Durov? Fateci sapere cosa ne pensate lasciando un commento nell’apposita sezione che trovate più in basso.

Per altre domande, informazioni o assistenza nel mondo della tecnologia, potete inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stai visitando il sito con Adblock In questo modo rendi inutile il mio lavoro. Se ci tieni al nostro futuro, per favore disabilita Adblock!
You are visiting the site with Adblock (This will make my work useless). If you care about our future, please disable Adblock!

Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di uno di questi Adblock del tuo browser…

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è adb-2.jpeg

…e disabilitalo come da esempio:

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su guruhitech.com. Grazie! 🙂

0
Would love your thoughts, please comment.x