NewsSoftwareWindows

Il famoso “attivatore di Windows” è stato infettato da un trojan

Condividi l'articolo

Autenticare Windows non originale potrebbe essere un grave rischio per i possessori di criptovalute.

Gli esperti della società informatica Red Canary hanno pubblicato un rapporto su un nuovo virus in grado di rubare dati dai portafogli di criptovaluta. Ma è interessante non solo per questi fatti: come fonte di distribuzione di malware, gli hacker hanno scelto una nota utility per craccare il sistema operativo Windows.

Leggi anche:

Secondo un rapporto di esperti, la versione infetta dell’applicazione KMSPico include un file eseguibile autoestraente che infetta il computer, ottenendo l’accesso a informazioni riservate archiviate in portafogli crittografici come Atomic, Ledger Live, Coinomi, Jaxx Liberty, Electron Cash, Electrum, Exodus, Monero e MultiBitHD. Inoltre, il virus Cryptbot è in grado di rubare dati dai browser Brave, Opera, Google Chrome, Mozilla Firefox, Vivaldi e altri.

Secondo gli esperti, il gruppo a rischio più grande sono gli utenti che scaricano utilità per aggirare l’autenticazione di una copia di Windows. Allo stesso tempo, gli sviluppatori del virus utilizzano un complesso algoritmo per la protezione contro il rilevamento e quindi può essere difficile rilevarlo e rimuoverlo dal sistema. Come metodo di protezione preventiva, gli esperti hanno invitato gli utenti a installare solo software originale.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Hai utilizzato di recente questo famoso attivatore di Windows? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per altre domande, informazioni o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@libero.it.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
3
+1
0
+1
0
(Visited 81 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments