In Turchia, l’aggiornamento della privacy su WhatsApp è diventato un mistero

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Il 15 maggio è passato ma le nuove policy della privacy su WhatsApp continuano a suscitare enormi dubbi e confusione tra gli utenti e non solo…

ANKARA, TURCHIA (AP) – Il garante della concorrenza della Turchia ha dichiarato venerdì che il team di WhatsApp ha annunciato che non applicherà un controverso aggiornamento sulla privacy a seguito di un’indagine, ma l’annuncio è stato contraddetto dall’app di proprietà di Facebook, che al contrario ha affermato che intende distribuire l’aggiornamento anche per gli utenti turchi.

È un nuovo segno della confusione tra le autorità di regolamentazione e la società tecnologica sull’aggiornamento dei termini di servizio e delle norme sulla privacy di WhatsApp, che ha sollevato preoccupazioni sul fatto che gli utenti siano costretti ad accettare di condividere più dati con Facebook. La settimana scorsa la Germania ha ordinato a Facebook di interrompere l’elaborazione dei dati degli utenti di WhatsApp a causa della preoccupazione per le modifiche.

Leggi anche:

Le modifiche sono state inizialmente annunciate all’inizio dell’anno ma ritardate dopo un contraccolpo scatenato da un’ondata di confusione e disinformazione tra gli utenti, compresi quelli in Turchia. Agli utenti è stata data una scadenza del 15 maggio per accettare l’aggiornamento.

Gli utenti turchi, preoccupati per la possibile condivisione delle proprie informazioni personali, hanno iniziato a scaricare applicazioni di messaggistica alternative come Signal, Telegram o l’app turca Bip, sviluppata dall’operatore di telefonia mobile Turkcell. Molti hanno scelto di chiudere i propri account WhatsApp anche se l’app di messaggistica ha assicurato che il contenuto dei messaggi sarebbe rimasto crittografato.

Il comitato per la concorrenza della Turchia, nel frattempo, aveva avviato un’indagine su Facebook e WhatsApp per una possibile violazione dell’articolo 6 delle leggi turche sulla concorrenza, che vieta alle aziende di “abusare delle loro posizioni dominanti”.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Stai utilizzando ancora WhatsApp o lo hai abbandonato per via delle nuove policy sulla privacy? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stai visitando il sito con Adblock In questo modo rendi inutile il mio lavoro. Se ci tieni al nostro futuro, per favore disabilita Adblock!
You are visiting the site with Adblock (This will make my work useless). If you care about our future, please disable Adblock!

Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di uno di questi Adblock del tuo browser…

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è adb-2.jpeg

…e disabilitalo come da esempio:

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su guruhitech.com. Grazie! 🙂

0
Would love your thoughts, please comment.x