Quantcast
News

Per infettare i vecchi Windows basta connettersi a internet

Condividi l'articolo

Esperimento dimostra la vulnerabilità di Windows XP e Windows 2000 agli attacchi malware

Il noto youtuber e blogger Eric Parker ha condotto di recente un esperimento che ha messo in luce in maniera drammatica la grave vulnerabilità di sistemi operativi ormai obsoleti come Windows XP e Windows 2000.

Secondo quanto riportato da Tom’s Hardware, Parker ha creato due macchine virtuali equipaggiate con questi sistemi operativi obsoleti e le ha collegate a Internet, senza alcuna protezione aggiuntiva. Il risultato è stato a dir poco sconvolgente.

In pochi minuti, entrambe le macchine sono state infettate da numerosi virus, trojan e altri malware. Su Windows XP sono stati rilevati almeno 8 diversi virus attivi, anche se il numero reale potrebbe essere ben superiore a causa dei limiti della versione gratuita dell’antivirus Malwarebytes utilizzato nell’esperimento.

Leggi anche:

Ancor peggiore la situazione su Windows 2000, che dopo pochi minuti è letteralmente crollato a causa di un massiccio attacco di malware, mostrando la famigerata “schermata blu della morte”.

Il blogger ha spiegato che la causa di questa catastrofica vulnerabilità risiede nella completa mancanza di moderni meccanismi di sicurezza in questi sistemi operativi ormai obsoleti. Al contrario, i sistemi Windows più recenti, a partire da Windows 7, sono molto meglio protetti dall’installazione automatica di virus e trojan, anche con il firewall disattivato.

L’esperimento ha dimostrato uno scenario davvero preoccupante per gli utenti ancora legati a Windows XP e Windows 2000. Senza adeguate misure di protezione, gli hacker possono sfruttare facilmente gli strumenti di rete più comuni per individuare questi sistemi vulnerabili e infettarli con facilità.

Gli esperti consigliano dunque vivamente di aggiornare il prima possibile i propri computer, abbandonando definitivamente sistemi operativi obsoleti e privi di adeguati meccanismi di sicurezza. In alternativa, è necessario utilizzare strumenti di protezione come firewall e antivirus se per qualche motivo non è possibile effettuare l’aggiornamento.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 76 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x