News

Piracy Shield è attiva da oggi, ma il suo successo è incerto

Condividi l'articolo

Il big match tra Inter e Juventus sarà il banco di prova

La piattaforma antipirateria Piracy Shield è attiva da oggi 31 gennaio, ma il suo successo è ancora tutto da verificare. La piattaforma, sviluppata da SP Tech per volere della Lega Calcio, è stata donata ad Agcom per essere utilizzata contro la pirateria delle partite di calcio.

La piattaforma funziona bloccando i domini e gli IP dei siti pirata. Il blocco a livello di dominio è immediato, mentre quello a livello di IP richiede un po’ più di tempo.

Il primo vero banco di prova per la piattaforma sarà il big match tra Inter e Juve di questo weekend. Se la piattaforma funzionerà correttamente, potrebbe essere un’arma efficace nella lotta alla pirateria.

Leggi anche:

Tuttavia, ci sono alcuni dubbi sul successo della piattaforma. Innanzitutto, la piattaforma è stata implementata in fretta e senza test adeguati. Questo potrebbe portare a errori gravi, come il blocco di siti innocenti.

In secondo luogo, la piattaforma è stata finanziata dalla Lega Calcio, che ha interessi economici nella lotta alla pirateria. Questo potrebbe portare ad un uso della piattaforma che non sia nell’interesse pubblico.

Infine, la piattaforma è limitata alla pirateria delle partite di calcio. Questo significa che non è efficace contro la pirateria di altri contenuti, come film, musica o software.

Per il momento, è ancora troppo presto per dire se la piattaforma antipirateria sarà un successo o un fallimento. Il weekend di Inter-Juve sarà un test importante, ma non sarà sufficiente per dare una risposta definitiva.

Ecco alcuni dei dubbi che solleva l’articolo:

  • Implementata in fretta e senza test adeguati. Questo potrebbe portare a errori gravi, come il blocco di siti innocenti.
  • Finanziata dalla Lega Calcio, che ha interessi economici nella lotta alla pirateria. Questo potrebbe portare ad un uso della piattaforma che non sia nell’interesse pubblico.
  • Limitata alla pirateria delle partite di calcio. Questo significa che non è efficace contro la pirateria di altri contenuti.

Ecco alcune delle possibili conseguenze di questi dubbi:

  • La piattaforma potrebbe essere inefficiente o addirittura dannosa.
  • Potrebbe essere utilizzata per perseguire interessi economici privati a scapito dell’interesse pubblico.
  • Potrebbe essere percepita come un’invasione della privacy.

Sarà importante monitorare il funzionamento della piattaforma nei prossimi mesi per capire se questi dubbi sono fondati.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi della piattaforma italiana Piracy Shield? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 530 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments