News

AuroraGPT: l’intelligenza artificiale che ospita il sapere scientifico del mondo

Condividi l'articolo

Il progetto prevede un chatbot con la capacità di rispondere alle domande più complesse del mondo investigativo

Il Laboratorio Nazionale Argonne (ANL) negli Stati Uniti, in collaborazione con Intel e HP, sta sviluppando un modello linguistico su larga scala chiamato AuroraGPT. Questo modello, simile a ChatGPT, è specializzato nella conoscenza scientifica e ha la straordinaria capacità di ospitare oltre un miliardo di parametri.

L’ANL sta utilizzando il suo supercomputer di punta, Aurora, dotato di una potenza incredibile, per addestrare il modello AuroraGPT. Questa supercomputer è equipaggiata con 21.248 processori Intel CPU Max Series, 63.744 schede grafiche Intel Data Center GPU Max Series e 1.024 nodi di archiviazione, che offrono una capacità di 220 petabyte e una larghezza di banda di 31 terabyte al secondo.

L’obiettivo principale del progetto è quello di accumulare il più possibile di conoscenza scientifica all’interno di Aurora. Una volta completato, il laboratorio prevede di implementare un’interfaccia chatbot chiamata Aurora GPT, che consentirà ai ricercatori di porre domande e ottenere risposte dettagliate e approfondite in vari campi scientifici, compresi quelli delle scienze naturali, della matematica e dell’ingegneria.

L’Argonne National Laboratory è riconosciuto a livello mondiale come un centro di ricerca d’eccellenza, impegnato in diverse aree di studio, tra cui la fisica, la biologia e le scienze ambientali ed energetiche.

L’intelligenza artificiale potrebbe diventare una religione
Leggi anche:

Una volta operativo, il sistema Aurora GPT amplierà notevolmente le possibilità dei ricercatori, consentendo loro di svolgere una vasta gamma di attività computazionali. Ciò includerà lo sviluppo di modelli tramite l’apprendimento automatico, l’elaborazione intensiva di grandi dataset, nonché le tradizionali attività di simulazione e modellazione.

Attualmente, il progetto si trova ancora nelle prime fasi di sviluppo e la capacità di elaborazione è limitata a 256 nodi. Tuttavia, il laboratorio sta lavorando per espandere la capacità fino a 10.000 nodi in futuro. Gli ingegneri di Argonne stanno facendo tutto il possibile per garantire che Aurora sia pronta per essere utilizzata a fini scientifici fin dal primo giorno.

L’integrazione dell’intelligenza artificiale nel campo scientifico sta rivoluzionando la ricerca e l’analisi dei grandi volumi di dati. Nella biomedicina, ad esempio, l’IA facilita l’identificazione di modelli diagnostici e contribuisce alla scoperta di nuovi farmaci. L’apprendimento automatico è diventato uno strumento indispensabile per l’analisi di vasti set di dati in campi che spaziano dalla genetica alla climatologia.

L’intelligenza artificiale viene anche impiegata nelle esplorazioni spaziali e marine, dove avanzati robot raccolgono dati. Inoltre, migliora l’accuratezza delle simulazioni di sistemi complessi e risolve problemi di ottimizzazione in diverse discipline scientifiche. Automatizza e accelera i processi di ricerca, inclusa la raccolta e l’analisi delle informazioni scientifiche.

Inoltre, l’IA promuove la collaborazione interdisciplinare e fornisce assistenza nella gestione delle pubblicazioni scientifiche. Esistono strumenti basati sull’intelligenza artificiale che aiutano nella revisione e nell’analisi della letteratura scientifica.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questo nuovo progetto AuroraGPT? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 103 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x