Google lancia Android Privacy Sandbox

Condividi l'articolo

La nuova iniziativa di Google è progettata per rendere più difficile spiare gli utenti di Internet i cui dati vengono spesso raccolti da società terze per scopi pubblicitari. In precedenza, la funzione Sandbox era stata introdotta per la versione desktop di Chrome e gli utenti di gadget Android potranno presto valutarne il funzionamento.

Secondo Anthony Chavez, vicepresidente della gestione dei prodotti di sicurezza Android, Android Privacy Sandbox limiterà la quantità di informazioni condivise con terze parti e ridurrà al minimo lo scambio di dati sensibili tra le applicazioni.

Leggi anche:

Google osserva che è impossibile eliminare completamente la “sorveglianza” pubblicitaria. Tuttavia, con l’introduzione della nuova tecnologia, i dati relativi agli utenti saranno condivisi con terze parti in misura limitata. In particolare, le informazioni necessarie per visualizzare annunci mirati verranno archiviate localmente sul dispositivo.

Gli sviluppatori possono già visualizzare la versione iniziale del progetto e condividere feedback sul sito degli sviluppatori Android. Durante l’anno in corso, Google intende rilasciare una versione beta della “privacy sandbox” e lavorare per migliorarla durante il processo di test.

Ti fidi di Google?

Il colosso della ricerca è stato più volte accusato di abusare dei dati privati degli utenti e questa per molti non è una novità. Questa nuova pratica del Sandbox ti rassicura o credi che Google tenda comunque a vendere i dati personali ad aziende di terze parti? Personalmente, considerando il grande business che c’è dietro, ne dubito fortemente…

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questa nuova misura adottata da Google per proteggere la privacy dei suoi utenti? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x