I nuovi veicoli nell’UE avranno le scatole nere di sorveglianza

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

A partire dal 6 luglio 2022, tutti i nuovi veicoli venduti nell’UE disporranno di scatole nere obbligatorie che registrano i dati tecnici e saranno accessibili dalle autorità, ingrassando i pattini per la tecnologia di limitazione della velocità alimentata dalla sorveglianza.

Sebbene per il momento i conducenti possano rinunciare all’utilizzo della funzione, i sostenitori della privacy temono che la tecnologia diventi obbligatoria una volta implementata correttamente.

Già nel 2019, il Consiglio europeo per la sicurezza dei trasporti (ETSC) ha annunciato che il 6 luglio avrebbe segnato il giorno in cui tutte le case automobilistiche sarebbero state costrette a dotare i nuovi modelli di un sistema che tiene traccia dei dati tecnici.

I dati registrati includeranno “la velocità del veicolo, la frenata, l’angolo di sterzata, la sua inclinazione sulla strada e se i vari sistemi di sicurezza del veicolo erano in funzione, a cominciare dalle cinture di sicurezza”.

Sebbene le compagnie assicurative non avranno accesso immediato ai dati, saranno disponibili per le forze dell’ordine.

Leggi anche:

Le autorità affermano che i dati saranno “anonimizzati”, il che significa che le informazioni non possono essere utilizzate per identificare il proprietario del veicolo, anche se solo gli incredibilmente ingenui lo crederebbero plausibilmente.

Tali sistemi dovrebbero eventualmente includere la tecnologia di limitazione della velocità.

Come spiega Didi Rankovic di Reclaim the Net , il metodo più comune di tecnologia di limitazione della velocità è l’Intelligent Speed ​​Assistant (ISA).

“ISA funziona utilizzando solo i dati GPS, le telecamere per il riconoscimento dei segnali stradali montate sulla parte anteriore dell’auto o una combinazione dei due. Un limitatore di velocità influisce sulla potenza del motore e in questo modo diminuisce la velocità”.
“Come suggerisce il nome, i limitatori di velocità sono progettati per impedire ai conducenti di superare determinati limiti di velocità e avvisarli tramite avvisi audio, visivi e tattili finché non “obbediscono” e rallentano”.

Per decenni, i governi hanno spinto affinché tutte le auto fossero dotate di scatole nere che tracciassero i dati sulla posizione.

L’ultimo scenario distopico consiste nel dare alla polizia il potere di utilizzare una tecnologia simile per disabilitare completamente il funzionamento di un veicolo se si ritiene che il conducente abbia commesso un’infrazione.

Questo non deve essere un reato penale, se il perseguimento di schemi di punteggio di credito sociale continua a diventare più invasivo, alla fine verrebbe utilizzato come forma di punizione per qualsiasi cosa, dalle bollette non pagate ai commenti offensivi pubblicati sui social media.

Perché non mi convince?

Come ho fatto notare più volte, l’identità digitale avrà il pieno controllo sugli esseri umani. Tutti i nostri dati, compresi quelli economici e sanitari, saranno impressi in un sistema digitale facilmente accessibile da governi e forze dell’ordine. 

Mettiamo quindi il caso che tra qualche anno, per un motivo X, il nostro governo imponga nuove restrizioni sugli spostamenti. La nostra auto con la bella scatola nera, ci permetterà di spostarci liberamente oppure verrà bloccata perché stiamo violando qualche decreto?

Chi mi segue lo sa, amo la tecnologia ma al tempo stesso non posso ignorare tutti gli aspetti negativi che essa potrebbe avere sulle libertà di ogni singolo cittadino. Purtroppo no, questa cosa proprio non mi convince…

La pensa come me anche il mitico RobyMaster del canale YouTube e Telegram, Dentro La Notizia. Ecco la sua analisi:

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Qual è la tua opinione sulla scatola nera imposta nei veicoli? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adblock Detected

Usi Adblock? E io come faccio a campare? 😥 Per favore, disabilitalo per questo sito! 🙏

Refresh Page
0
Would love your thoughts, please comment.x