GamesNews

L’ascesa delle console giapponesi: un nuovo capitolo per l’industria del gaming

Condividi l'articolo

Microsoft ha preso la decisione di sconvolgere il mercato delle console di gioco, rilasciando una serie di esclusive per le piattaforme di Sony e Nintendo. Nonostante ciò, l’azienda americana afferma di non abbandonare lo sviluppo di Xbox. Gli analisti, tuttavia, indicano che le prospettive a lungo termine per il settore rimangono incerte.

Il Giappone cerca di recuperare la leadership

Secondo Serkan Toto, CEO della società di consulenza Kantan Games, tutti gli indizi suggeriscono che lo sviluppo dell’hardware di gioco stia diventando sempre meno rilevante per Microsoft. Tuttavia, è improbabile che Xbox venga completamente eliminata, poiché Microsoft non lo permetterebbe.

Leggi anche:

Al momento, ci sono due attori principali nel mercato delle console: Sony e Nintendo. C’è la possibilità che si ripeta la situazione degli anni ’90, quando Nintendo, SEGA e Sony si contendevano il mercato. Fu in quel periodo che emersero franchise leggendari come Super Mario, Sonic the Hedgehog, Final Fantasy e Pokémon.

Tuttavia, non tutto è roseo

Secondo l’analista di giochi indipendente Pelham Smithers, Sony ha faticato a convincere gli investitori della necessità di lanciare PlayStation 5, ma la competizione con Microsoft, che ha presentato la nuova generazione di Xbox Series X|S, ha aiutato l’azienda. Senza una competizione diretta con un’azienda americana, le prospettive di crescita del settore sono incerte.

Secondo David Gibson, analista finanziario di MST, la divisione giochi di Sony è attualmente guidata da contabili anziché da creatori. Le generazioni precedenti di PlayStation sono entrate sul mercato a prezzi accessibili, con l’aspettativa che i costi di produzione dei componenti diminuissero nel tempo, consentendo all’azienda di raggiungere il pareggio e ridurre i prezzi delle console. Tuttavia, il prezzo di PS5 non è diminuito nemmeno di un dollaro nemmeno dopo tre anni dal suo lancio. Ciò non aiuta a sostenere la domanda di dispositivi.

Nintendo, d’altra parte, affronta una sfida diversa. La sua console di punta, la Switch, non è stata aggiornata dal 2017 e ha una potenza inferiore rispetto ad alcuni smartphone attuali. L’azienda non ha fretta di lanciare una nuova generazione, dato che ricorda il fallimento del lancio di Wii U nel 2012. Di conseguenza, c’è il rischio che, nell’attesa della prossima versione di Switch, gli utenti smettano di acquistare nuovi dispositivi e giochi.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia dedicata al mondo delle console? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 60 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments