PS5: in Giappone la polizia interviene per sedare una “rivolta” di acquirenti

Condividi l'articolo
La PlayStation 5 va a ruba e le richieste superano la disponibilità. In Giappone la polizia è dovuta intervenire per domare una folla inferocita di acquirenti che hanno inveito contro un centro commerciale.

Sebbene sia ufficialmente disponibile dal 19 novembre, la PS5 di Sony non si trova assolutamente nei negozi. Molti giocatori non vedevano l’ora di acquistare la nuova PlayStation da diverse settimane e chi non riesce a mettere le mani sulla preziosa macchina… sfolla! 😅

La PS5 scatena la folla anche in Giappone

Una situazione particolarmente delicata per Sony, che non è assolutamente in grado di tenere il passo con l’altissima richiesta della sua console. Anzi, anche oggi, acquistare la PS5 è ancora un’impresa impossibile… Una situazione che probabilmente durerà ancora qualche mese e che riguarda tutto il mondo, compresa la patria di Sony a Tokyo.

Questo fine settimana in Giappone, il centro Yodobashi Camera di Akihabara ha ricevuto una fornitura di PS5. Ovviamente la notizia si è diffusa a tutta velocità e centinaia di giocatori si sono riuniti alla Yodobashi Camera, con un bel po ‘di trambusto, anche se, come si può vedere nei video qui sotto, il tutto rimane relativamente calmo e cortese. Si noti nonostante tutto che la polizia è dovuta intervenire per garantire la sicurezza di tutti.

Tuttavia, lo stock era di circa 300 console disponibili per la vendita, con qui un sistema “ primo arrivato, primo servito ”, a differenza del sistema di lotteria utilizzato fino ad ora per avere la possibilità di acquistare la preziosa console.

Allo stato attuale, lo stock di PS5 è ancora molto (molto) complicato da gestire, con console vendute quasi in tutto il modo solo online. È quindi necessario essere costantemente alla ricerca dei principali rivenditori per avere la possibilità di mettere la PS5 nel carrello e arrivare alla casella “pagamento ” con il crash del server. Scorte PS5 molto rare, che di solito evaporano in pochi minuti…

Fonte

Ti potrebbe interessare:

Esprimi il tuo parere!

Che te ne pare di questa assurda vicenda? Fammi sapere che ne pensi lasciando un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: