Big Pharma finanzia i fact checker a basso QI

Condividi l'articolo

Non serve una laurea per rimuovere i contenuti considerati anti farmaceutici.

PolitiFact sostenuto dalle aziende dovrebbe essere ribattezzato Politi-Lie poiché il loro team di specialisti per il “controllo dei fatti” è in realtà solo specialisti nell’avere credenziali false, uffici falsi e storie false per proteggere la propaganda di Big Pharma, in particolare tutto ciò che sfata la falsa scienza dei mandati COVID-19. In effetti, è stato recentemente rivelato che il cosiddetto team di “fact checker” ha poca o nessuna esperienza in qualsiasi cosa, dal giornalismo alle conoscenze mediche, fino a zero esperienza nel fare qualsiasi tipo di ricerca o reportage nazionale.

Benvenuti nel mondo reale della disinformazione, dove le stesse persone che affermano di “proteggere” il paese dalla disinformazione sono i principali colpevoli della sua diffusione, mentre bandiscono, cancellano, cancellano e svuotano la memoria tutto ciò che contrasta le narrazioni farmaceutiche, soprattutto quando si tratta della truffa più redditizia che abbia mai assediato il pianeta: l’influenza Fauci. Ecco che arrivano i “fact checker” di QI più bassi mai impiegati ovunque. Questo è l’epitome della disinformazione di massa finalizzata esclusivamente a distruggere la verità e la vera scienza che possono salvarti la salute e la vita.

Big Tech e Big Pharma colludono attraverso il programma di verifica dei fatti FAKE di PolitiFact

Ogni mese, da quando è scoppiato il COVID-19 in America, PolitiFact ha impiegato falsi fact checker per censurare dozzine di storie che svelano la frode e il racket in corso a porte chiuse per le società Big Pharma che gestiscono la truffa (e continuano a farlo costi). Questi sono censori sostenuti dalle aziende che cercano chiunque riveli la verità sulla truffa, come il fatto che le maschere non aiutano a prevenire l’infezione, la promuovono.

L’ultima ricerca scientifica e supportata da prove rivela che il mascheramento del virus di Wuhan non impedisce la contrazione o la trasmissione di malattie infettive. Quel che è peggio è che le maschere allevano batteri nella bocca, nella gola e nella trachea, portando a diagnosi di falsi positivi (test PCR) che dicono che la persona ha il COVID, quando non lo fa.

Leggi anche:

I FAKE fact checker di PolitiFact non mostrano alcuna esperienza nella ricerca o nella segnalazione di questo problema di mascheramento, si limitano a copiare e incollare la propaganda e le bugie direttamente dal sito Web del CDC, mentre denunciano la ricerca scientifica effettiva che sfata l’intera premessa del mandato della maschera.

Quasi tutti i “reporter” e i falsi “fattori di verifica” di Politifact hanno una storia sui social media piena zeppa di post e tweet deliranti anti-Trump. Giurano usando maschere per sopravvivere alla pandemia, ma offrono zero scienza per sostenerlo. Questa sfilza di disinformazione è uno schiaffo in faccia, perché la scienza reale rivela che i mandati delle maschere stanno causando 1,5 volte il numero di morti nelle aree in cui l’uso della maschera è elevato, rispetto a dove non ci sono mandati delle maschere.

L’IFCN, International Fact-Checking Network, ottiene ingenti sovvenzioni dai re della disinformazione – Google

Gli audit dei falsi cospiratori del fact checking rivelano le sovvenzioni in arrivo da Google, il re della disinformazione, soprattutto quando si tratta di salute e sicurezza. Google ha già cospirato con l’estrema sinistra per sistemare le elezioni, diffondere propaganda sulla bufala Trump-Russia-Collusion e ora alimentare il redditizio “fuoco” della truffa, che costa milioni di vite attraverso la disinformazione.

Quanti altri americani moriranno perché pensano che i jab dell’influenza Fauci siano “sicuri ed efficaci”, quando sono davvero pericolosi e inefficaci? Cammina fuori, fai shopping o vai al lavoro e vedi ancora almeno ogni altra persona che indossa una maschera tutto il giorno perché non conosce la vera scienza dietro i suoi pericoli.

Leggi anche:

Le persone muoiono come mosche a causa di coaguli di sangue, attacchi di cuore, ictus e cancro come mai prima d’ora, grazie ai coaguli di COVID e ai programmi di disinformazione condotti su di loro da pseudo-giornalismo sostenuti da aziende come PolitiFact.

Fai attenzione a qualsiasi informazione sulla salute o sulla sicurezza pubblicata su Fakebook, Twiddler o InstaLie. Tutto ciò che ha a che fare con vaccini o medicine che viene pubblicato e pagato da Google, Politifact e Big Tech è scritto da Big Pharma e dal CDC per far andare avanti la pandemia. Ciò include i divulgatori di disinformazione sulla pandemia FactCheck.org e la loro macchina di propaganda.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi dei fact checker? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: