News

Biometria contro i deepfake: una guerra in corso

Condividi l'articolo

Negli ultimi anni, la crescita dei deepfake e delle tecnologie di intelligenza artificiale generativa ha sollevato preoccupazioni riguardo alla sicurezza e all’affidabilità dei sistemi biometrici. Mentre la biometria può proteggere contro la minaccia di frodi legate ai deepfake, se non implementata correttamente come parte di un sistema completo, può anche essere sconfitta da tali tecnologie.

Un recente articolo su Biometric Update ha evidenziato come gli strumenti di intelligenza artificiale generativa siano sempre più accessibili e come un grosso colpo di deepfake abbia recentemente colpito un’azienda, causando una perdita di milioni di dollari. Tuttavia, ci sono aziende come Pindrop e Prove che sostengono di avere tecnologie in grado di difendere contro i deepfake.

Il pezzo di punta della settimana riguarda l’acquisizione di Onfido da parte di Entrust per una valutazione di oltre 400 milioni di dollari. Questa acquisizione consente a Entrust di coprire l’intero ciclo di vita dell’identità, integrando le biometrie selfie di Onfido, i servizi di orchestrazione e le capacità di identità digitale riutilizzabile.

Leggi anche:

L’articolo menziona anche altre notizie rilevanti nel settore della biometria. Eurostar ha segnalato che i controlli biometrici dei passaporti richiesti dal sistema EES dell’UE causeranno ritardi di diverse ore per le partenze dal Regno Unito. Nelle Filippine è stato introdotto un nuovo servizio di autenticazione attraverso il codice QR incluso nella carta d’identità digitale nazionale. In Kenya, oltre 600.000 richieste di carte d’identità sono in sospeso a causa di una sentenza della Corte Suprema che ha bloccato il rilascio delle nuove carte.

Inoltre, l’articolo fa riferimento alle iniziative di Austroads per valutare le opzioni di fornitori per le patenti di guida mobili in Australia e alla pianificata introduzione di un’identità digitale nazionale in Australia a partire da luglio.

Idemia ha annunciato una riorganizzazione in Idemia Secure Transactions, Public Security e Smart Identity. Infine, l’articolo mette in evidenza la necessità di combinare la rilevazione di attacchi di presentazione, la rilevazione di attacchi di iniezione e l’ispezione delle immagini con le biometrie selfie per contrastare gli attacchi di deepfake.

In conclusione, l’articolo sottolinea come la minaccia dei deepfake metta in evidenza l’importanza dell’implementazione corretta dei sistemi biometrici e di tecnologie di difesa avanzate per garantire l’integrità e la sicurezza delle identità digitali.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi del deepfake? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 42 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments