News

Cloudflare la spunta: i DNS non incidono sulla pirateria

Condividi l'articolo

Il re dei DNS vince una battaglia legale contro i detentori dei diritti d’autore

Cloudflare, un fornitore di servizi di infrastruttura Internet, ha vinto una causa contro il ramo tedesco di Universal Music. La Corte Regionale Superiore di Colonia ha stabilito che Cloudflare non è responsabile della pirateria online e non è obbligata a bloccare i siti pirata sul suo resolver DNS pubblico.

La sentenza è una vittoria importante per Cloudflare e per altri fornitori di servizi Internet. I detentori dei diritti d’autore hanno cercato di utilizzare i blocchi DNS per limitare l’accesso ai siti pirata, ma questi blocchi sono spesso inefficaci e possono essere facilmente aggirati.

La Corte ha stabilito che i resolver DNS sono strumenti neutri che non dovrebbero essere utilizzati per la moderazione dei contenuti. Invece, le questioni relative alla pirateria dovrebbero essere affrontate attraverso altre vie legali, come le azioni contro i singoli siti pirata o gli utenti che violano i diritti d’autore.

Implicazioni della sentenza

La sentenza della Corte potrebbe avere implicazioni più ampie per la lotta contro la pirateria su Internet. Potrebbe rendere più difficile per i detentori dei diritti d’autore ottenere ordini di blocco DNS generalizzati.

Leggi anche:

I detentori dei diritti d’autore dovranno trovare altri modi per affrontare la pirateria online. Potrebbero continuare a perseguire azioni legali contro i singoli siti pirata o gli utenti che violano i diritti d’autore. Potrebbero anche cercare di sviluppare nuove tecnologie per rendere più difficile la pirateria.

Conclusioni

La sentenza della Corte Regionale Superiore di Colonia è un passo importante nella lotta per la neutralità della rete. Riconosce l’importanza di evitare misure sproporzionate e inefficaci nella lotta contro la pirateria online.

La sentenza potrebbe avere un impatto significativo sulla pratica dei blocchi DNS. Se altri tribunali seguono l’esempio tedesco, potrebbe diventare sempre più difficile per i detentori dei diritti d’autore ottenere ordini di blocco DNS generalizzati.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 617 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x