Quantcast
News

Cosa rischio se guido con lo smartphone in mano?

Condividi l'articolo

In arrivo la sospensione breve della patente per chi guida con lo smartphone in mano e ha fra uno e 19 punti sulla licenza, con una durata minima di una settimana e massima di 15 giorni. La commissione Trasporti ha recentemente approvato questa normativa dopo aver esaminato 770 emendamenti al disegno di legge di riforma del Codice della strada. L’entrata in vigore della normativa avverrà dopo l’approvazione definitiva da parte del Parlamento.

Attualmente, è vietato guidare tenendo lo smartphone in mano. È consentito l’uso di vivavoce o auricolari solo se l’automobilista ha la capacità uditiva adeguata su entrambe le orecchie e non richiedono l’uso delle mani per il loro funzionamento.

Chi viola questa regola è soggetto a una multa di 165 euro e una detrazione di cinque punti dalla patente. In caso di recidiva entro due anni, sono previste una multa di 165 euro, una detrazione di cinque punti e la sospensione della patente da uno a tre mesi. La sospensione della patente richiede l’autorizzazione del prefetto, come stabilito dall’articolo 173 del Codice della strada.

Leggi anche:

Con l’entrata in vigore della nuova normativa, la guida con smartphone in mano sarà punita in modo diverso. Saranno previsti una multa di 165 euro, una detrazione di cinque punti dalla patente e la possibilità di una sospensione breve immediata della licenza. La durata della sospensione dipenderà dal numero di punti sulla patente: una settimana per coloro che hanno fra 10 e 19 punti, e 15 giorni per coloro che hanno da uno a 9 punti (in entrambi i casi, il doppio se l’utente causa un incidente).

Chi possiede 20 punti o più non sarà soggetto a questa sospensione. Le Forze dell’ordine ritireranno immediatamente la patente senza bisogno dell’approvazione del prefetto. La patente sarà conservata dalla Polizia o dai Carabinieri e verrà restituita al termine del periodo di sospensione. In caso di recidiva entro due anni, saranno applicate una multa di 165 euro, una detrazione di cinque punti e una sospensione della patente da uno a tre mesi. Lo stesso schema, con sospensione breve immediata della patente, verrà applicato per altre violazioni gravi, come superare il limite di velocità di oltre 10 km/h ma meno di 40 km/h.

L’obiettivo del legislatore è migliorare la sicurezza stradale e contrastare il fenomeno della distrazione causata dagli smartphone. Tuttavia, l’Asaps (Amici Polstrada) esprime alcune perplessità sull’effettiva efficacia di questa novità, poiché attualmente solo lo 0,002% dei patentati, pari a circa 818.000 persone su 39,2 milioni, ha meno di 20 punti sulla patente. Di conseguenza, questa stretta riguarderebbe solo un numero limitato di automobilisti.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
2
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 112 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x