Quantcast
News

Google ha pompato troppo la sua nuova IA ‘Gemini’

Condividi l'articolo

Il gigante della ricerca avrebbe volutamente omesso dettagli molto importanti

Durante la presentazione del modello linguistico Gemini, Google ha mostrato un video che ha impressionato il pubblico con le sue impressionanti capacità. Tuttavia, secondo i media, il gigante della tecnologia ha notevolmente esagerato le reali capacità della rete neurale.

Bloomberg è stato uno dei primi a sottolineare la discrepanza tra materiale pubblicitario e realtà. Secondo i giornalisti, Google ha volutamente lasciato fuori gran parte del processo che intercorre tra la richiesta dell’utente e il risultato finale.

Leggi anche:

Ad esempio, in uno snippet in cui l’utente fa dei gesti, Gemini riconosce immediatamente che si tratta di un gioco di Sasso, Carta e Forbici. In realtà, non è così semplice. Per ottenere una risposta accurata dalla rete neurale, è necessario prima mostrare tutti e tre i gesti e quindi fornire un suggerimento sotto forma di domanda principale. Altrimenti, l’IA parlerà semplicemente di ciò che “vede” nella mano della persona.

A giudicare dai risultati dell’indagine, tutte le immagini, gli indizi di testo e le risposte mostrate nel video sono state accuratamente selezionate in anticipo e il processo di richiesta vero e proprio è stato notevolmente abbreviato per gli spettatori per motivi di intrattenimento e dinamismo.

Un dipendente di Google ha dichiarato ai giornalisti che, a suo avviso, il video mostra un’immagine non realistica. Un altro ha notato di non essere rimasto sorpreso da una simile dimostrazione, perché era abituato al clamore del marketing.

Eli Collins, vicepresidente dei prodotti per Google DeepMind, ha dichiarato a Bloomberg che la dimostrazione del disegno delle anatre rimane per ora un’opportunità a livello di ricerca e non è inclusa nell’elenco delle capacità del mondo reale della rete neurale di Google. L’azienda ha inoltre notato nella descrizione del video su YouTube che quanto mostrato in esso è stato abbreviato per motivi di maggiore intrattenimento.

Durante un breve test di Gemini nell’ambito del chatbot Google Bard, i giornalisti hanno convenuto che la nuova IA non è molto diversa da GPT-3.5 nelle sue capacità.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi della nuova IA di Google? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 56 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x