News

Impianto interfaccia cervello-computer: Cina vs Neuralink

Condividi l'articolo

Mentre Elon Musk annuncia il primo impianto riuscito del neurochip Neuralink in un cervello umano, i ricercatori cinesi presentano un’operazione simile con un impianto che si proclama molto più sicuro.

L’Università di Tsinghua ha annunciato che il 24 ottobre 2023 un paziente ha ricevuto un’interfaccia cervello-computer wireless chiamata Neural Electronic Opportunity (NEO). L’uomo, che ha riportato la paralisi degli arti in un incidente stradale 14 anni fa, sta mostrando progressi significativi nella riabilitazione dopo l’impianto.

Dopo tre mesi di riabilitazione a casa, il paziente è in grado di afferrare una bottiglia con un braccio protesico controllato dal cervello tramite l’interfaccia neurale. I funzionari dell’università affermano che ora può anche mangiare e bere da solo. Con la riabilitazione e il perfezionamento dell’algoritmo, si spera che il paziente possa recuperare la maggior parte dei movimenti e delle funzioni delle mani.

A differenza dell’impianto di Elon Musk, NEO si distingue per la sua minore invasività. L’impianto, grande come un paio di monete, non è invasivo e non richiede l’impianto diretto nel tessuto nervoso.

Leggi anche:

L’alimentazione avviene in modalità wireless tramite una rete wireless da un’antenna ad alta frequenza. Gli elettrodi sono posizionati nello spazio epidurale tra il cervello e il cranio, dove raccolgono i segnali nervosi e li inviano a un ricevitore esterno collegato al cuoio capelluto. Questi segnali vengono poi decodificati usando un telefono o un computer.

Un passo avanti nella tecnologia neurale?

L’impianto NEO rappresenta un passo avanti nella tecnologia neurale, offrendo un’alternativa più sicura e meno invasiva alle interfacce cervello-computer esistenti. Il successo di questo impianto apre la strada a nuove possibilità per la riabilitazione di pazienti con lesioni spinali e altre disabilità neurologiche.

Punti chiave:

  • Un paziente in Cina ha ricevuto un impianto simile a Neuralink.
  • L’impianto cinese, NEO, è meno invasivo e più sicuro di Neuralink.
  • NEO ha portato a progressi significativi nella riabilitazione del paziente.
  • NEO rappresenta un passo avanti nella tecnologia neurale.

Domande aperte:

  • Quali sono le implicazioni a lungo termine di questo impianto?
  • NEO sarà disponibile per altri pazienti?
  • Come si confronterà NEO con le future iterazioni di Neuralink?

La sfida per il futuro

Lo sviluppo di interfacce cervello-computer sicure ed efficaci rappresenta una sfida importante per la scienza e la tecnologia. Il successo di NEO in Cina indica che la strada verso un futuro in cui la tecnologia neurale può migliorare la vita di molte persone è sempre più vicina.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 20 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments