Lasciate perdere Signal: la migliore alternativa a WhatsApp è Telegram!

Condividi l'articolo

Tra i discorsi più gettonati di questo periodo così ricco di colpi di scena, tiene banco un dibattito molto accesso su quale sia la migliore alternativa a WhatsApp. In molti ci spingono a utilizzare Signal ma qualcosa non mi convince…

Come tanti di voi sapranno, a partire dall’8 febbraio 2021, se vuoi utilizzare WhatsApp dovrai necessariamente accettare le nuove impostazioni sulla privacy che consistono nella condivisione dei dati di WhatsApp sul social network Facebook (vedi articolo). 
Questa novità non è piaciuta per niente ai molti utenti che detestano Facebook e che non hanno nessuna intenzione di mettere le loro conversazioni private alla mercé di chissà quali aziende e con chissà quali scopi.

Ma come ho scritto in vari articoli, WhatsApp e Facebook non sono le uniche piattaforme ad aver perso colpi in questo periodo; se la passa davvero male anche Twitter che, dopo aver bloccato l’account di Trump, si ritrova con una marea di utenti in meno. 

A questo punto però, nei giorni scorsi si è fatto insistentemente il nome di Signal, una famosa app di messaggistica istantanea con annesse chiamate vocali e videochiamate in HD, indicata come la migliore alternativa a WhatsApp (vedi articolo).

Non ci sarebbe stato nulla di strano se non fosse che il consiglio di installare Signal sia arrivato anche da alcuni “soci” di Twitter. In vita mia non ho mai visto la Mercedes fare pubblicità alla BMW, per cui questa cosa da subito mi ha un po’ insospettito. 

Come riportato in questo articolo, anche Elon Musk, in un post su Twitter ha invitato le persone a utilizzare Signal:

Per la cronaca il signor Musk è colui che ha progettato i satelliti Starlink sparati in orbita durante la scorsa quarantena (vedi articolo); oltre a a contribuire ad una nuova tecnologia di internet satellitare, questi satelliti, a detta di alcuni esperti, avranno anche altri scopi che sono tenuti segretamente nascosti dai governi.

Chi c’è dietro a Signal?

Facendo un po’ di ricerche sul web non è stato difficile trovare alcune informazioni che confermano i miei dubbi: Signal è in realtà un’app finanziata da Brian Acton, il co-fondatore di WhatsApp e della chat di Facebook, ossia Messenger. Signal è stato finanziato anche da Edward Snowden, l’ex contractor NSA (Nacional Security Agency) riparato in Russia che ha dato il via al Datagate

In poche parole, usare Signal sarà esattamente come usare WhatsApp! Anche su Signal, i vostri dati non sono al sicuro!!!

Ora capite perché ci stanno consigliando di utilizzare Signal??? Utilizzare Signal sarebbe come passare dalla padella alla brace. Sentite a me…

LASCIATE PERDERE SIGNAL E USATE TELEGRAM!!! 

Ecco i motivi per cui, almeno per adesso, Telegram è la chat più sicura e affidabile:

Fonte

Esprimi il tuo parere!

Continuerai a utilizzare WhatsApp nonostante l’obbligo di associaro a Facebook? E inoltre, utilizzerai Signal o preferisci Telegram? Fammi sapere che ne pensi lasciando un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per altre domande, informazioni o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].


Condividi l'articolo



Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
7 giorni fa

[…] realizzatori di Whatsapp, poi delusi dalla gestione imposta da Facebook. «Signal – scrive “GuruTech“, che raccomanda invece Telegram come piattaforma ultra-sicura per i messaggi – è in realtà […]

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x