Nuovo blitz della Guardia di Finanza: chiusi centinaia di siti e canali social

Condividi l'articolo

Brutta sorpresa per chi oggi pregustava una bella domenica di calcio in streaming… illegale. 

Una nuova operazione della Guardia di Finanza di Napoli ha posto sotto sequestro ben 700 siti streaming e 300 canali Telegram che trasmetteva o fornivano link diretti per la visione non autorizzata di materiale protetto da copyright. 

Durante la partita Cagliari – Sampdoria, a tutti gli utenti che seguivano la partita tramite piattaforme non autorizzate, è comparso un messaggio in cui diceva che i siti e le piattaforme sono state “sottoposte a sequestro per violazione sulle norme di proprietà intellettuale su ordine della Procura della Repubblica di Napoli“. L’avviso spiega inoltre che “la sottoscrizione o l’utilizzo di servizi di streaming illegale comporta la pena da sei mesi a tre anni e la multa da euro 2.582 a euro 25.822″, in base alla legge sul diritto d’autore e avverte gli utilizzatori dei servizi pirata che i loro “dati di accesso costituiscono materiale probatorio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria”.

Agli altri utenti che invece guardavano illegalmente film e partite da servizi come IPTV e simili, durante la visione è comparso un messaggio in cui diceva che la visione non proveniva da un abbonamento autorizzato, quindi legale. 

L’operazione che durerà ancora per altri giorni, ha come scopo quello di smantellare la rete pirata di streaming illegale che molto spesso è legata alla vendita di servizi IPTV. 

Dite la vostra 

Che ne pensate di questo nuovo blitz della Guardia di Finanza? Esprimete il vostro parere nella sezione commenti che trovate più in basso 😀

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x