Parler: John Matze conferma che il social network tornerà online a fine gennaio

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
Schiaffone in faccia a questa insopportabile dittatura! Parler ribadisce che tornerà online a fine mese!

Lo avevo preannunciato in questo articolo e francamente godo ad ammettere di aver avuto ragione; il CEO di Perler Joh Matze rassicura i suoi follower e promette che il suo social network anti censura tornerà online alla fine di questo mese, ovvero tra pochissimi giorni.

Guarda il video: 

ESCLUSIVO – L’amministratore delegato di Parler John Matze è “fiducioso” che la sua piattaforma di social media tornerà online nel prossimo futuro dopo che il suo team è stato in grado di lanciare un sito web statico e recuperare i dati dell’azienda durante il fine settimana in una serie di sviluppi positivi .

“Sono fiducioso che entro la fine del mese saremo di nuovo in piedi”, ha detto Matze a Fox News durante un’intervista telefonica domenica sera.

parler-torna-online
L’amministratore delegato di Parler, John Matze, è “fiducioso” che la sua piattaforma di social media tornerà online nel prossimo futuro, dopo che il suo team è stato in grado di lanciare un sito web statico e recuperare i dati dell’azienda durante il fine settimana.

Come preannunciato, Parler ha registrato il suo dominio con il sito di condivisione host Epik la scorsa settimana, a seguito della decisione di Amazon Web Services di chiudere Parler per non aver moderato “contenuti eclatanti” relativi alla rivolta del Campidoglio del 6 gennaio (vedi articolo). La mossa è stata un passo piccolo ma importante che ha aiutato Matze a rendersi conto che i suoi tempi aggressivi per l’eventuale ritorno di Parler sono realistici.

IL CEO DI PARLER, JOHN MATZE, DICHIARA CHE LA PIATTAFORMA DÀ IL BENVENUTO A PRESTO RITORNO DEGLI UTENTI CON UN NUOVO AGGIORNAMENTO DI STATO

“Ogni giorno cambia selvaggiamente, ma ora mi sento fiducioso. Stiamo facendo progressi significativi. Quando accedi a Parler.com, ora non va nel vuoto, colpisce un server e restituisce solo un’informazione”.

Parler era inattivo da quando Amazon Web Services l’ha interrotto, ma ora i fan della popolare piattaforma di social media sono almeno in grado di ascoltare lo stesso Matze.

“Ehi, questa cosa è accesa?” Matze ha scritto nel primo aggiornamento quando è stata lanciata la pagina statica. “Ora sembra il momento giusto per ricordare a tutti voi, amanti e odiatori, perché abbiamo avviato questa piattaforma. Riteniamo che la privacy sia fondamentale e la libertà di parola essenziale, soprattutto sui social media. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di fornire una piazza pubblica indipendente in cui gli individui possono godere ed esercitare i loro diritti su entrambi. Risolveremo qualsiasi sfida davanti a noi e pianificheremo di dare il benvenuto a tutti voi presto. Non lasceremo che il discorso civile perisca! “

Matze ha definito la possibilità di postare il messaggio una “grande pietra miliare” nonostante sembri un semplice sito web statico, poiché la capacità di informare il pubblico in prima persona è vitale per un’azienda che è sotto costante attacco dai suoi critici.

IL CEO DI PARLER DICE LA PIATTAFORMA “TORNERA ‘FORTE” CON CAMBIAMENTI PER MANTENERE GLI UTENTI AL SICURO NEL RISPETTARE LA LIBERA PAROLA

“Metteremo lì aggiornamenti periodici”, ha detto Matze “Cercheremo di ottenere un aggiornamento ogni giorno … in modo che le persone possano rimanere aggiornate con il sito”.

Parler ha citato in giudizio Amazon per la sua decisione di recidere i legami, sostenendo che la mossa è “motivata da animus politico” ed è sia una violazione del contratto che una violazione dell’antitrust. Amazon non ha avuto nulla a che fare con il riemergere di Parler online, poiché il team di Matze ha aperto la pagina in modo indipendente.

Tuttavia, venerdì Matze è riuscito a recuperare i dati di Parler da Amazon, un passo fondamentale verso il rilancio finale e un altro passo importante nella giusta direzione.

“Ora possiamo effettivamente ricostruire Parler”, ha detto Matze. “È di fondamentale importanza.”

Matze ha spiegato che i titoli recenti che indicavano che Parler potrebbe “non tornare mai”, emersi la scorsa settimana, erano il risultato di una lunga intervista a Reuters quando l’allora frustrato CEO ha risposto: “Potrebbe non essere mai … non lo sappiamo ancora”, quando gli è stato chiesto di un tempo per il ritorno della piattaforma. Mentre Matze ha suggerito che il sito potrebbe essere fatto per sempre, dice che è stato semplicemente un momento pessimistico con cui i media mainstream hanno funzionato.

Il CEO di Parler è stato ottimista e positivo domenica, ansioso di spiegare che i suoi collaboratori sono stati al suo fianco durante il caos delle ultime due settimane.

“Nonostante tutto questo, non abbiamo nemmeno lasciato un dipendente. Nessuno, anche se sono stati molestati e minacciati, nessuno ha smesso … abbiamo una squadra così forte, questo li ha solo fatti credere di più in noi”.

Pur essendo un’azienda apartitica, Parler è diventata un rifugio per i sostenitori del presidente Trump e di altri, che sono stati cacciati da Facebook e Twitter o che protestano contro quei social network. Ora che Trump è stato rimosso da Twitter e Parler è sotto i riflettori, Matze spera di mantenere i fornitori di Parler anonimi in futuro, in modo che non vengano presi di mira dagli attivisti liberali che cercano di mettere a tacere la piattaforma dei social media.

Lucan Manfredi di Fox News ha contribuito a questo rapporto.

Articoli correlati:

Fonte

Esprimi il tuo parere!

Sei contento di rivedere Parler online? Fammi sapere che ne pensi lasciando un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stai visitando il sito con Adblock In questo modo rendi inutile il mio lavoro. Se ci tieni al nostro futuro, per favore disabilita Adblock!
You are visiting the site with Adblock (This will make my work useless). If you care about our future, please disable Adblock!

Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di uno di questi Adblock del tuo browser…

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è adb-2.jpeg

…e disabilitalo come da esempio:

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su guruhitech.com. Grazie! 🙂

0
Would love your thoughts, please comment.x