News

Pensioni più ricche da aprile: aumenti in arrivo per tutti

Condividi l'articolo

È una buona notizia per tutti i pensionati. Le pensioni del mese di marzo sono state già pagate, ma la sorpresa arriverà ad aprile. Il cedolino con l’importo del prossimo mese sarà disponibile nel portale Inps tra il 20 e il 22 marzo, mentre i pagamenti inizieranno dal 2 aprile (considerando che il primo aprile sarà Pasquetta, un giorno festivo). L’importo previsto sarà più alto a causa degli aumenti e degli arretrati.

La riforma dell’Irpef, in vigore dal 1° gennaio 2024, prevede il pagamento degli aumenti non erogati nei mesi di gennaio e febbraio, e anche per coloro che non li hanno ricevuti a marzo. Di seguito è riportata la tabella degli aumenti previsti nel 2024 per i pensionati:

  • Redditi annui di 16.000 euro: 5 euro di aumenti al mese.
  • Redditi annui di 18.000 euro: 15 euro di aumenti al mese.
  • Redditi annui di 20.000 euro: 25 euro di aumenti al mese.
  • Redditi annui di 23.000 euro: 40 euro di aumenti al mese.
  • Redditi annui di 25.000 euro: 50 euro di aumenti al mese.
  • Redditi annui di 28.000 euro: 65 euro di aumenti al mese.
Leggi anche:

Ad aprile 2024, la riforma dell’Irpef prevede anche il pagamento degli arretrati. Di seguito sono indicati gli importi degli arretrati mensili in base al reddito annuo:

  • Redditi annui di 16.000 euro: 5 euro di arretrati al mese.
  • Redditi annui di 18.000 euro: 15 euro di arretrati al mese.
  • Redditi annui di 20.000 euro: 25 euro di arretrati al mese.
  • Redditi annui di 23.000 euro: 40 euro di arretrati al mese.
  • Redditi annui di 25.000 euro: 50 euro di arretrati al mese.
  • Redditi annui di 28.000 euro: 65 euro di arretrati al mese.

Nel cedolino di aprile, saranno inclusi anche i conguagli dell’Irpef per coloro che non hanno saldato il debito fiscale del 2023. Inoltre, saranno presenti le addizionali comunali, che influenzeranno l’importo netto delle pensioni da marzo fino a novembre 2024. Rispetto al 2023, alcuni comuni hanno aumentato la percentuale dell’addizionale comunale applicata alle pensioni.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 342 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments