Progetto Nimbus: Google starebbe aiutando Israele a violare i diritti umani

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
1
+1
1
+1
0
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0

I dipendenti del gigante della ricerca, che sono stati tenuti all’oscuro del progetto di intelligenza artificiale “Nimbus”, sono preoccupati per le violazioni dei diritti umani da parte di Israele.

Secondo The Intercept Google sta offrendo funzionalità avanzate di intelligenza artificiale e apprendimento automatico al governo israeliano attraverso il suo controverso contratto “Project Nimbus“.

I dipendenti di Google che protestano contro il contratto Project Nimbus dell’azienda con Amazon Web Services e le Forze di difesa israeliane (IDF) sono diventati pubblici con una settimana di azioni di protesta che culmineranno in una manifestazione in più città intitolata No Tech for Apartheid.

Un gruppo multietnico e multireligioso di Googler che si fa chiamare Jewish Diaspora in Tech spera di fare pressione sul gigante aziendale affinché abbandoni il mastodontico contratto da 1,2 miliardi di dollari per motivi morali, sostenendo che consentendo a Israele l’accesso alla sua più sofisticata tecnologia di apprendimento automatico e intelligenza artificiale, Google sta abilitando i crimini contro la popolazione palestinese occupata

Leggi anche:

Martedì, Ariel Koren, responsabile marketing di Google e principale sostenitrice dell’anti-Nimbus, ha annunciato le sue dimissioni dopo quello che ha descritto come un modello di ostilità e ritorsione da parte del management. Dopo sette anni con l’azienda, Koren ha detto che le è stato presentato un ultimatum – trasferirsi da San Francisco all’ufficio di Google in Brasile o lasciare – per i suoi sforzi di lobbying contro il progetto.

“Google sta perseguendo in modo aggressivo contratti militari e spogliando le voci dei suoi dipendenti attraverso uno schema di silenzio e ritorsioni nei miei confronti e molti altri, ha scritto Koren nella sua lettera di dimissioni pubblicata su Medium. Lo sforzo segreto per fornire una soluzione cloud onnicomprensiva alimentata dalla tecnologia più avanzata dell’azienda ha visto Google abbandonare la sua preziosa trasparenza così tanto che i dipendenti non hanno idea di quale sarà la tecnologia per cui stanno vendendo l’IDF, lei ha sostenuto.

Koren e i suoi colleghi stanno cercando una trasparenza di base su ciò a cui verrà utilizzato il loro lavoro, ha detto a Peacock TV, spiegando che con l’attuale regime, non capiamo fino a che punto [il nostro lavoro] verrà utilizzato per perpetrare violazioni sistemiche dei diritti umani da parte di un’agenzia e di un esercito che sappiamo violare i diritti umani in modo estremamente eclatante e atroce ogni singolo giorno. Peggio ancora, il contratto Nimbus impedisce esplicitamente a Google o Amazon di esercitare il controllo su come i loro servizi vengono utilizzati dall’IDF.

Leggi anche:

Dal lancio di Project Nimbus, Google è diventato un luogo di lavoro aggressivamente anti-palestinese, secondo 15 dipendenti le cui testimonianze registrate sono state rilasciate in concomitanza con le dimissioni di Koren. I dipendenti di Google non possono più nemmeno esprimere alcuna opinione di disaccordo sulla guerra condotta contro i palestinesi senza essere chiamati a una riunione delle risorse umane con la minaccia di ritorsioni, ha detto un googler palestinese, mentre a un altro è stato detto che l’uso della frase sostieni la Palestina era offensivo.

Mi sento come se stessi guadagnando da vivere con l’oppressione della mia famiglia a casa, si è lamentato un terzo dipendente anonimo.

Accusano inoltre che Project Nimbus violi il decantato codice etico dell’IA di Google, che vieta all’azienda di utilizzare l’IA per causare danni, sviluppare armi o condurre la sorveglianza in violazione delle norme internazionali. Il codice è stato ideato dopo che l’attivismo dei dipendenti ha affondato Project Maven, un’iniziativa del Pentagono che avrebbe utilizzato l’IA di Google per analizzare i filmati di sorveglianza dei droni allo scopo di migliorare il targeting.

Mentre Google ha rifiutato di commentare in merito alle specifiche del Progetto Nimbus, una portavoce ha respinto le affermazioni di Koren in merito a ritorsioni da parte del management, spiegando che erano stateindagate a fondo e ritenute infondate.

Il mio parere

Israele è uno dei paesi capofila di tante belle iniziative dei globalisti, una fra tante ad esempio, la dittatura sanitaria che ha imposto svariate dosi di V alla popolazione. Insieme all’Australia e ad alcune regioni della Cina, è stato uno dei paesi in cui si vive la peggiore dittatura della storia. 

Accusare Google è come lanciare un boomerang nel vuoto. Ti tornerà sempre indietro e non cambierà mai nulla. Scommettiamo che di questa storia non ne sentiremo più parlare?

Fonte

Ti potrebbe interessare:
 
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questo controverso “Progetto Nimbus”? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
1
+1
1
+1
0
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adblock Detected

Usi Adblock? E io come faccio a campare? 😥 Per favore, disabilitalo per questo sito! 🙏

Refresh Page
0
Would love your thoughts, please comment.x