Realizzato un impianto anestetico che non crea dipendenza

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Un gruppo di scienziati della Northwestern University ha inventato un impianto in grado di fornire un preciso effetto antidolorifico “disabilitando” temporaneamente un nervo periferico. Il meccanismo del dispositivo elimina la dipendenza e altri effetti collaterali inerenti agli oppioidi.

Il dispositivo è realizzato in elastomero biodegradabile e ha la forma di una striscia sottile fino a 5 mm di larghezza e dello spessore di un foglio di carta. Durante la procedura chirurgica, un’estremità di esso viene avvolta attorno al nervo periferico bersaglio, che deve essere temporaneamente “silenziato”. Il dispositivo è collegato a una pompa che rimane al di fuori del corpo del paziente. 

Non appena una persona inizia a provare un attacco di dolore, utilizza una pompa per fornire un liquido di raffreddamento – perfluoropentano approvato dal Ministero della Salute – e azoto gassoso nell’impianto.

Leggi anche:

I liquidi scorrono attraverso diversi canali, ma quando entrano nella camera comune vicino al nervo, entrano in una reazione chimica: l’azoto fa evaporare il refrigerante, provocando il raffreddamento che, a sua volta, paralizza il nervo. Il sensore di temperatura integrato monitora la possibilità di ipotermia irreversibile del nervo.

“Come ingegneri, siamo ossessionati dall’idea di eliminare il dolore senza farmaci, in modi che possono essere attivati ​​e disattivati ​​all’istante, con il controllo dell’intensità del sollievo. La tecnologia descritta utilizza meccanismi che somigliano in qualche modo a quelli che causano intorpidimento alle dita quando sono fredde. Il nostro impianto consente di produrre questo effetto in modo programmabile, direttamente e localmente sui nervi interessati, anche quelli profondi nei tessuti molli circostanti”, ha affermato il professor John A. Rogers, capo del team di sviluppo.

Finora, l’impianto è stato progettato per i pazienti che avvertono dolore postoperatorio. Dopo alcune settimane, si dissolve in modo innocuo nel corpo senza richiedere l’estrazione chirurgica.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questo nuovo impianto anestetico? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adblock Detected

Usi Adblock? E io come faccio a campare? 😥 Per favore, disabilitalo per questo sito! 🙏

Refresh Page
0
Would love your thoughts, please comment.x