Quantcast
News

Elon Musk vuole andare su Marte, la Russia ancora oltre

Condividi l'articolo

La Russia è molto più ambiziosa

La Russia prevede di inviare un modulo il cui motore elettrico sarebbe alimentato da un mini reattore nucleare al grande gigante gassoso del sistema solare, Giove, nel 2030. La dichiarazione è stata fatta da Roscosmos, l’agenzia spaziale federale russa, che ha fornito tutti i dettagli, la scorsa settimana (22 maggio 2021 esattamente), del piano per questo viaggio titanico

Leggi anche:

Il direttore esecutivo di Roscosmos ha dichiarato:

In collaborazione con l’Accademia delle scienze russa, stiamo attualmente effettuando calcoli sulla balistica e sul carico utile di questo volo.

Un progetto così ampio è sorprendente, dal momento che la Russia ha appena annunciato di voler andare oltre Marte nella sua ricerca di esplorazione dello spazio. Ricordiamo che la distanza Terra-Marte è di circa 78 milioni di chilometri, mentre la distanza minima tra la Terra e Giove è di 591 milioni di chilometri.

Allora come pensano i russi di portare a termine una simile missione? Facciamo il punto.

Come fai ad arrivare su Giove?

Secondo il piano di viaggio che è stato rivelato, il viaggio di 50 mesi avrà alcune fermate, anche sulla Luna e su Venere, per far cadere i veicoli spaziali lungo il percorso. Il modulo spaziale a propulsione nucleare sarà quindi più simile a un “rimorchiatore spaziale”, dotato di un modulo di trasporto e di energia nucleare, chiamato Zeus.

Si dirigerà prima verso la Luna, per depositarvi una prima navicella, poi verso Venere, per compiere un’operazione di assistenza gravitazionale (necessaria per posizionare un’altra navicella). Infine, Zeus assumerà la guida di Giove. Il progetto Zeus è un reattore nucleare che utilizzerà reazioni di fissione nucleare per alimentare la propulsione. Secondo i media russi, si tratterebbe di un progetto segreto in fase di sviluppo dal 2010 “, che coinvolgerebbe un reattore nucleare di 500 kilowatt e del peso di circa 22 tonnellate.

Perché la scelta di un reattore nucleare?

Se la Russia ha optato per una navicella spaziale a propulsione nucleare, è probabile per diversi motivi. In primo luogo, durante la Guerra Fredda, la Russia ha lanciato nello spazio diversi reattori nucleari (in particolare tra il 1967 e il 1988) e quindi ha diversi test al suo attivo. Inoltre, i viaggi spaziali a propulsione nucleare presentano molti vantaggi rispetto ai viaggi a energia solare, poiché sono relativamente economici, affidabili e possono generare un’enorme quantità di energia.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Riuscirà la Russia a raggiungere il pianeta Giove? E se si, lo farà prima che Elon Musk abbia “conquistato” Marte? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 34 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x