Quantcast
News

TikTok sfida la legge anti-app cinesi negli USA: “È incostituzionale”

Condividi l'articolo

ByteDance, la società madre di TikTok, ha deciso di passare al contrattacco contro la legge statunitense che le impone di vendere la sua quota nella popolare app di video brevi entro il 19 gennaio 2025, pena il divieto di utilizzo negli USA.

Ricorso contro una “legge senza precedenti”

Nel ricorso depositato presso un tribunale americano, ByteDance definisce questa legge “un passo senza precedenti” del Congresso, che avrebbe “discriminato e bandito TikTok”, app usata da 170 milioni di utenti negli Stati Uniti per creare e condividere contenuti.

Leggi anche:

Secondo ByteDance, la legge sarebbe anche “incostituzionale”, in quanto non vieta direttamente TikTok ma impone la cessione della sua proprietà, azione che l’azienda ritiene “non semplicemente possibile” da realizzare entro i 270 giorni previsti.

Nessuna prova di minacce da TikTok

ByteDance contesta inoltre che la legge si basi solo su “preoccupazioni ipotetiche” circa possibili futuri abusi di TikTok, senza citare “specifiche prove”, nonostante l’app operi negli USA dal 2017 senza problemi.

La sfida legale di ByteDance rappresenta un nuovo capitolo della battaglia tra TikTok e il governo americano, che da anni vede l’app cinese sotto stretta osservazione per presunti rischi di sicurezza nazionale.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 2 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x