Apple accusata di limitare le prestazioni degli iPhone

Condividi l'articolo

Apple è accusata di limitare le prestazioni di iPhone 12, iPhone 11, iPhone XS e iPhone 8. Con gli aggiornamenti iOS 14.5, 14.5.1 e 14.6, il produttore ha consapevolmente limitato la potenza dei suoi smartphone per spingere gli utenti all’acquisto un nuovo telefono. Diverse associazioni di consumatori con sede in Europa chiedono che Apple risarcisca i suoi clienti. 

Una coalizione di associazioni di difesa dei consumatori, tra cui Altroconsumo, Deco Proteste, Test-Achats e l’Organizzazione per la protezione dei consumatori, accusa Apple di obsolescenza programmata. Tramite gli aggiornamenti iOS 14.5, 14.5.1 e 14.6, secondo quanto riferito, Apple ha limitato la velocità di alcuni smartphone.

Tra i modelli interessati ci sono i nuovi iPhone 12, iPhone 11, iPhone XS e iPhone 8/8 Plus. Secondo le testimonianze raccolte da Test-Achats, gli utenti hanno notato un calo di velocità e una perdita di autonomia .

Apple è di nuovo accusata di rallentare gli iPhone

“E’ chiaro che attraverso queste pratiche, Apple spinge i consumatori ad acquistare un nuovo iPhone o una nuova batteria” accusa Test-Achats, l’associazione di difesa belga, in un comunicato stampa sul suo sito web. Se c’è moderazione, immaginiamo piuttosto che Apple cerchi di preservare l’integrità della batteria dei suoi iPhone.

Leggi anche:

Nel 2017 il colosso californiano aveva infatti ammesso che un software di clamping limitava la potenza dell’iPhone per proteggere la batteria. Per non rimanere senza batteria troppo spesso nello stesso giorno, iOS 10 limita deliberatamente le prestazioni del tuo iPhone. Di fronte alle proteste suscitate dalla confessione, Apple è stata costretta ad abbassare il prezzo della sostituzione della batteria per un anno. Da allora, l’azienda è stata in grado di disattivare questa restrizione accedendo alle opzioni.

“Questo non solo è irresponsabile e inaccettabile dal punto di vista ecologico, ma genera anche danni economici per i consumatori” continua l’associazione. La coalizione chiede che Apple offra un risarcimento pari al danno.

In caso di rifiuto, il caso sarà portato davanti ai tribunali. “Siamo pronti ad avviare un dialogo con Apple per valutare il modo migliore per risarcire i consumatori danneggiati da questa pratica. Tuttavia, in assenza di una risposta soddisfacente, potremmo avviare altre azioni legali per garantire il rispetto dei diritti dei consumatori” avverte Julie Frère, portavoce di Test-Achats. Migliaia di consumatori, tra cui 5.000 belgi, hanno già aderito all’azione collettiva portata avanti dalle associazioni.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Avevi mai sentito parlare di questa storia che Apple rallentasse volutamente i suoi iPhone? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per altre domande, informazioni o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].


Condividi l'articolo



Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi l'articolo

Stai visitando il sito con Adblock In questo modo rendi inutile il mio lavoro. Se ci tieni al nostro futuro, per favore disabilita Adblock!
You are visiting the site with Adblock (This will make my work useless). If you care about our future, please disable Adblock!

Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona Adblock del tuo browser

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 1a.jpeg

Clicca su Sospendi su questo sito

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 2a.jpeg

Ora l’icona di Adblock ora è diventata verde.

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su guruhitech.com. Grazie! 😀


Condividi l'articolo
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x