Chrome OS Flex può trasformare i vecchi PC in Chromebook

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

A patto che non siano estremamente datati

A distanza di diversi mesi torno a parlare del sistema operativo Chrome OS Flex, un sistema operativo pensato per PC un po’ datati (desktop e laptop), compatibili con Windows, Mac e Linux. L’idea è semplice: continuare la vita dell’hardware obsoleto, che rallenta e ritarda quando si tenta di lavorare con sistemi operativi più o meno moderni.

L’azienda non ha abbandonato il suo progetto, anzi, ha rilasciato una versione stabile che può girare su hardware relativamente vecchio. È necessario utilizzare la parola “relativamente” perché il sistema non funzionerà su laptop e PC troppo vecchi. Gli sviluppatori del sistema hanno rimosso tutti gli elementi “pesanti” dell’OS, in modo che Chrome OS Flex funzioni senza problemi.

Requisiti e funzioni del sistema

Sono rimasti praticamente invariati dal rilascio del nuovo sistema operativo all’inizio di quest’anno:

  • Processore a 64 bit di Intel o AMD
  • 4 gigabyte di RAM
  • 16 GB di spazio libero su un’unità USB
  • Di conseguenza, supporto per l’avvio da USB
  • Accesso alle impostazioni BIOS/UEFI
  • Connessione internet

Alcuni utenti installano il sistema su dispositivi con 2 GB di RAM e il sistema operativo funziona. Ciò significa che i requisiti minimi sopra elencati potrebbero non essere del tutto corretti ma, è anche probabile, che gli sviluppatori stiano solo giocando sul sicuro.

Vale la pena notare che non c’era supporto per l’architettura ARM e no. ma il sistema operativo riceve aggiornamenti regolari. Qui vorrei sperare che il team di Google che supporta questo sistema operativo non perda interesse per il loro frutto e la società stessa non lo chiuderà nel prossimo futuro. Il team sembra tuttavia molto attivo, quindi credo proprio che il progetto durerà ancora a lungo.

Leggi anche:

Al momento, Chrome OS Flex supporta diverse centinaia di modelli di sistemi obsoleti, inclusi dispositivi di Acer, Asus, Dell e Microsoft. È vero, il buon funzionamento del sistema operativo purtroppo non è garantito. Su alcune macchine funziona senza problemi ma su altre è ancora molto instabile. 

Di seguito un piccolo elenco dei dispositivi Acer che funzionano con Chrome OS Flex:

Dal momento che sono elencati come certificati, non dovrebbero esserci problemi (se il tuo è diverso, segnalaci il problema nei commenti). Ma su sistemi che non sono confermati dall’azienda, potrebbero esserci problemi. Ma il vantaggio di Chrome OS Flex è che è gratuito. Se qualcosa non funziona, non sarai in grado di presentare un reclamo con il supporto, dopotutto, tutto è gratuito.

Un’altra condizione è che l’avvio da un dispositivo USB deve essere supportato. In generale, tali dispositivi sono stati prodotti per molti, molti anni, quindi l’installazione dovrebbe procedere senza intoppi su dispositivi molto vecchi. È vero, il funzionamento senza problemi di Flex non è garantito, poiché i rappresentanti del team che ha creato questo sistema operativo non si stancano di ripetere.

È possibile avviare il sistema operativo sia da un disco rigido che da un dispositivo USB come un’unità flash o lo stesso HDD esterno.

Non mancano i problemi

Anche l’OS presenta problemi, che non sono poi così pochi, nonostante tutti i vantaggi. Per quanto riguarda quest’ultimo, questa è la capacità di lavorare con applicazioni web e Android: qui va tutto bene. Ma con il software rilasciato per Windows e MacOS, devi dire addio. Con alcune, però, riserve, di cui parleremo più avanti.

Peggio ancora, questo sistema operativo non supporta un certo numero di moduli “iron” e non è del tutto chiaro quando lo supporterà. Ad esempio, non funziona con unità ottiche e sensori di impronte digitali. Il portatile ha un touch screen? Questo è un problema perché il sistema operativo attualmente non è in grado di supportare l’input con lo stilo. Bene, FireWire, oltre al riconoscimento facciale: non si tratta ancora del nuovo sistema operativo.

Tuttavia, per ora, il lavoro sul progetto è in corso, quindi potrebbe essere che tra un anno gli utenti Flex dimenticheranno la maggior parte dei problemi di incompatibilità. Ma non esiste una tabella di marcia per gli aggiornamenti, quindi è impossibile anche indovinare quando gli sviluppatori aggiungeranno il supporto per tutto ciò che è elencato sopra.

E per quanto riguarda le applicazioni per Windows?

Solo un mese fa , si è saputo che Google ha stipulato un accordo di partnership con Parallels, una società che può aiutare ad aggiungere il supporto per il software Windows al nuovo sistema operativo, incluso l’amato Microsoft Office. L’unico problema è che la partnership è rivolta ai clienti aziendali, quindi al momento non è del tutto chiaro se gli utenti ordinari avranno l’opportunità di lavorare con il software Windows, anche se limitato.

L’annuncio che è stato fatto sulla partnership afferma che lavorare insieme aiuterà a potenziare le aziende. Si prevede che tutto ciò fornirà l’opportunità di aumentare la produttività dei dipendenti e l’efficienza complessiva del lavoro. Allo stesso tempo, le aziende non devono aggiornare il parco hardware, quindi i risparmi sono davvero economici.

I partner promettono che gli utenti aziendali saranno in grado di lavorare praticamente con qualsiasi applicazione Windows, incluso Office. Per quanto riguarda gli utenti ordinari, hanno una via d’uscita anche se la partnership non li riguarda. Il fatto è che Flex, come il principale OS Chrome OS, supporta le applicazioni Android. Bene, è stata rilasciata una versione speciale di Office per Android. Ovviamente differisce dalla versione di Windows, ma i formati dei documenti sono abbastanza supportati, quindi almeno non ci sono problemi con questo.

Perché tutto questo Google?

Come tutte le aziende, il compito principale di Google è realizzare profitto, supporto e PR per i propri prodotti. Allora perché ha bisogno di un Chrome Flex? Molto probabilmente aumenterà la popolarità di Chrome OS. Il fatto è che la quota di mercato di questo sistema operativo non supera il 2%. Ad esempio, a giugno 2022, Chrome OS ha una quota di mercato di appena l’1,72%. Sì, diverse aziende rilasciano versioni economiche e aziendali di Chromebook, ma questo non ha molta importanza: la popolarità di Chrome OS non sta crescendo.

Anche i geek lavorano con loro, ma non ce ne sono nemmeno così tanti. Bene, dal momento che il mercato dei laptop economici è conquistato da Microsoft, Google deve infilarsi. Ora, forse, la società ha la possibilità di iniziare a competere con la Redmond Corporation.

Comunque sia, il progetto si sta sviluppando e bisogna pensare che se tutto va bene, allora questo “OS per hardware obsoleto” prenderà una quota di mercato. A proposito, se hai esperienza con questo sistema operativo, sarebbe interessante sentirne la tua esperienza. Puoi scriverlo nei commenti.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Stai pensando di installare Chrome OS Flex sul tuo vecchio PC? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adblock Detected

Usi Adblock? E io come faccio a campare? 😥 Per favore, disabilitalo per questo sito! 🙏

Refresh Page
0
Would love your thoughts, please comment.x