Gli sponsor abbandonano Twitter. Il motivo è squallido

Condividi l'articolo

Dyson, Mazda ed Ecolab sono solo alcune delle numerose aziende che hanno sospeso o ritirano annunci da Twitter a causa dell’infestazione di pedofili della piattaforma di social media.

Un’indagine Reuters ha rilevato che Twitter sta visualizzando questi e altri annunci di società insieme a tweet che promuovono o sollecitano materiale pedopornografico, provocando reazioni negative da parte di alcuni di essi.

Aziende come Comcast, NBCUniversal, Coca-Cola e Disney rimangono su Twitter perché apparentemente queste aziende sostengono lo sfruttamento sessuale dei bambini. Ma Dyson, Mazda ed Ecolab no.

Il gruppo di sicurezza informatica Ghost Data ha presentato a Reuters immagini affiancate che ritraggono gli annunci sui tweet di sesso infantile. Il gruppo ha anche identificato più di 500 account Twitter che sollecitano apertamente o condividono materiale pedopornografico attraverso la piattaforma.

Leggi anche:

Nell’estate del 2021, abbiamo pubblicato il nostro rapporto su come Twitter sia un paradiso per i pedofili, mentre Facebook è un noto hub per il traffico sessuale, compreso quello dei bambini.

“Alcuni dei tweet includono parole chiave relative a ‘stupro’ e ‘adolescenti’, e sono apparsi insieme a tweet promossi da inserzionisti aziendali”, ha riferito Reuters , osservando che Twitter non è riuscito a rimuovere circa il 70% di questi tweet offensivi dopo essere stato informato.

“In un esempio, un tweet promosso per il marchio di scarpe e accessori Cole Haan è apparso accanto a un tweet in cui un utente diceva che stavano ‘scambiando contenuti per adolescenti/bambini'”.

In risposta alla notizia, il presidente del marchio Cole Haan David Maddocks ha affermato che la società è “inorridita” dalla rivelazione.

“O Twitter risolverà questo problema, o lo ripareremo con ogni mezzo possibile, incluso il non acquistare annunci su Twitter”, ha detto Maddocks a Reuters .

Andrew Stroppa, il fondatore di Ghost Data, ha twittato che Twitter chiaramente “ha un grave problema con la pornografia infantile”. Ha inoltre indicato che un rilascio pubblico completo del rapporto della sua azienda sulla questione sarà ritardato perché questo è “un argomento delicato”.

Twitter si preoccupa solo di censurare i conservatori mentre gli utenti pedofili sono liberi

Stroppa è stato coinvolto in altri progetti sulla piattaforma social, inclusa la battaglia contro i cosiddetti “bot” che il miliardario Elon Musk afferma che siano molti di più di quelli dichiarati dai precedenti azionisti.

La collaboratrice di Human Events, Eliza Bleu, una vittima sopravvissuta della tratta di esseri umani, afferma di sperare di far luce sul problema della pedofilia di Twitter nella speranza che venga fatto qualcosa per risolverlo.

“Twitter avrebbe potuto affrontare il problema del materiale relativo agli abusi sessuali su minori su larga scala molto tempo fa”, afferma Bleu. “Invece, hanno scelto di censurare le parole sulla rimozione delle violazioni dei diritti umani commesse contro i bambini. L’iniziale abuso sessuale su minori non è colpa di Twitter. L’incapacità di rimuoverlo su larga scala e in modo tempestivo lo è”.

“Se gli inserzionisti si preoccupano davvero delle popolazioni vulnerabili, rimuoveranno immediatamente i loro annunci da Twitter. È ora di colpire Twitter dove fa male. Questo è l’unico linguaggio che chi abusa di una lingua capisce”.
Leggi anche:

Bleu ha continuato rivelando di essere al fianco di “due sopravvissuti minori” al traffico sessuale di minori che hanno citato in giudizio il social network per aver facilitato il loro rapimento e abuso. Bleu dice che “li applaude per il loro coraggio”.

Il Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) è intervenuto in alcune occasioni per affrontare il problema dei pedofili di Twitter. L’agenzia federale ha rimosso immagini e video di una vittima di traffico sessuale di adolescenti dopo che Twitter si è rifiutato di svolgere il lavoro stesso, sostenendo che le immagini e i video non “violano le politiche”.

Secondo quanto riferito, un maschio minorenne su Twitter è stato indotto a condividere immagini sessualmente esplicite di se stesso con quella che credeva fosse un’adolescente. Invece, sono stati gli utenti di Twitter pervertiti pedofili che hanno poi ricattato il ragazzo facendogli inviare video più espliciti di se stesso e di un altro bambino.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Utilizzi ancora il social network Twitter? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
2
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x