Il CEO di Tile è preoccupato per la concorrenza di AirTag

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Il mese scorso Apple ha annunciato il suo primo dispositivo di localizzazione Bluetooth AirTag. Il CEO di Tile CJ Prober da allora ha espresso la sua preoccupazione per Apple che entra nell’ecosistema di tracciamento Bluetooth, dicendo che è bello avere concorrenza ma “deve essere equo”.

I tracker di articoli Bluetooth non sono una novità: Tile produce questi tracker da oltre sette anni. Anche se Tile è stato nello spazio di tracciamento Bluetooth per così tanto tempo, Apple AirTag ha un vantaggio ingiusto sotto forma di “Trova la mia rete”.

AirTag e Tile funzionano sulla stessa base, quando non sono nelle vicinanze degli utenti. Nella modalità “Lost”, questi tracker si affidano ad altri utenti per inviare la posizione del tracker al proprietario. Tuttavia, Tile richiede che altri utenti abbiano la localizzazione attivata e l’app Tile installata per inviare la sua posizione. Considerando che, AirTag utilizza il potente mezzo “Trova la mia rete” di Apple con milioni di dispositivi per trasmettere la sua posizione.

Il CEO di Tile CJ Prober ha espresso la sua preoccupazione in merito in un’intervista con Bloomberg, sostenendo che accoglie con favore la concorrenza nello spazio, ma, il tracker di Apple ha un vantaggio ingiusto. Prober afferma che Apple ha reso difficile per gli utenti iOS configurare Tile “correttamente” da quando la società ha lanciato “Trova il mio” nel 2019.

Siamo stati evidenziati al WWDC 2019, e poi hanno lanciato ‌Find My‌ nel 2019, e proprio quando hanno lanciato la loro app ‌Find My‌, che è effettivamente un concorrente di Tile, hanno apportato una serie di modifiche al loro sistema operativo che lo hanno reso molto difficile per i nostri clienti per abilitare Tile. E poi, una volta abilitato, hanno iniziato a mostrare notifiche che in pratica facevano sembrare che Tile fosse rotto.

Prober si lamenta delle modifiche apportate da Apple in iOS 13 al WWDC 2019. Inizialmente, con il lancio di iOS 13, Apple ha reso difficile per gli utenti “Consenti sempre” l’autorizzazione alla localizzazione, rendendo quindi difficile per gli utenti configurare Tile. Inoltre, Prober afferma che Tile ha chiesto l’accesso al chip U1 negli iPhone sin dal suo rilascio, ma Apple lo ha negato.

E ora, Apple ha lanciato un tracker con un chip a banda ultralarga che rende conveniente tenere traccia di un AirTag.

I principali punti di differenziazione di AirTags rispetto a Tile sono consentiti dalle funzionalità della piattaforma a cui non abbiamo accesso.

Prober ritiene che Tile sia “ben posizionato” con un “prodotto super differenziato” nel mercato e afferma che sarà in grado di contrastare Apple grazie alla varietà di tracker disponibili.

Abbiamo molti fattori di forma. Non hai bisogno di un accessorio per fissarlo alle tue cose. Siamo più rumorosi, abbiamo una portata migliore. Quindi abbiamo molto da fare per noi. Ci sentiamo bene riguardo alla nostra posizione competitiva, ma non ci sentiamo di dover competere nel modo in cui siamo con Apple. Questo è molto più ampio di Tile, riguarda la scelta dei consumatori a lungo termine, l’innovazione fiorente e i prezzi più bassi. Questo è il motivo per cui parliamo così apertamente.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Trovi motivata la preoccupazione del CEO dell’azienda Tile? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stai visitando il sito con Adblock In questo modo rendi inutile il mio lavoro. Se ci tieni al nostro futuro, per favore disabilita Adblock!
You are visiting the site with Adblock (This will make my work useless). If you care about our future, please disable Adblock!

Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona di uno di questi Adblock del tuo browser…

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è adb-2.jpeg

…e disabilitalo come da esempio:

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su guruhitech.com. Grazie! 🙂

0
Would love your thoughts, please comment.x