News

Truffe su Facebook: falsi miliardari derubano i risparmi degli americani

Condividi l'articolo

I social media come Facebook offrono terreno fertile ai truffatori che, fingendosi miliardari come Bill Ackman o Cathie Wood, derubano gli utenti dei loro risparmi.

Più di 90 pubblicità false che impersonavano Bill Ackman, gestore di hedge fund miliardario, promettevano rendimenti impossibili, come il 125% annuale o il 25% in una settimana.

Nonostante le segnalazioni, la società madre di Facebook, Meta, ha impiegato settimane per rimuovere le pubblicità, permettendo ai truffatori di proliferare.

Anche Cathie Wood, fondatrice di ARK Investment Management, è stata vittima di impersonificazione. Migliaia di annunci promettevano guadagni del 45% in una settimana, indirizzando le vittime a gruppi WhatsApp gestiti da falsi soci.

Leggi anche:

Le perdite per truffe di impostori sono triplicate negli ultimi anni, raggiungendo i 2,7 miliardi di dollari tra il 2019 e il 2023.

Un esempio emblematico è quello di Peter Bourget, un imprenditore edile che ha perso $45.000 dopo aver cliccato su un annuncio falso di Cathie Wood. Attratto dalla delusione verso le banche tradizionali, si è unito a un gruppo WhatsApp che simulava un club di investimento con analisi di mercato approfondite.

Meta afferma di essere impegnata nella lotta contro le truffe, investendo in team di revisione e strumenti di rilevamento. Tuttavia, la rapidità con cui i truffatori si adattano e la lentezza nel rimuovere i contenuti dannosi lasciano spazio a dubbi sulla reale efficacia di queste misure.

Ecco alcuni consigli per proteggersi dalle truffe online:

  • Non cliccare su link o annunci sospetti.
  • Verifica l’URL del sito web prima di inserire qualsiasi informazione personale.
  • Diffida da richieste di denaro o informazioni personali tramite social media.
  • Cerca recensioni e opinioni di altri utenti prima di investire in qualsiasi prodotto o servizio.
  • Se sospetti di essere vittima di una truffa, contatta immediatamente la tua banca o le autorità competenti.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di queste truffe sui social media? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 31 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments