Cosa sono queste strane sacche che invadono le spiagge? [VIDEO]

Condividi l'articolo

Sembrano dei residui di plastica ma niente paura, non inquinano.

Nelle spiagge italiane, prevalentemente in quelle che si affacciano sul Mare Adriatico e nelle isole, da qualche anno si vedono queste strane sacche nere. A prima vista sembrano piccole buste di plastica ma la realtà è ben diversa. Per fortuna.

Si chiamano “Mermaid’s Purse” (in italiano “borsetta di sirena” o anche “borsellini delle sirene”) e sono in realtà le capsule delle uova di alcune specie di squali e razze.

Queste “capsule” in realtà si trovano nelle spiagge di tutto il mondo, hanno una forma allungata e appuntita, simile a una borsa o a una borsa a tracolla e sono fatte di un tessuto simile alla pelle chiamato “pergamena“. Ogni capsula contiene un uovo embrionale protetto da un guscio chiamato “mercezio“.

Le “borsette di sirena” si trovano spesso sulle spiagge, a causa delle forti mareggiate che annualmente inondano le coste italiane e di tutto il mondo. Una volta che gli embrioni si schiudo, queste sacche diventano così leggere da emergere sulla superficie del mare, divenendo così detriti facilmente trasportabili in riva.

A causa della loro forma distintiva, queste sacche sono spesso raccolte come reperti naturalistici o come souvenir da beachcomber e appassionati di mare.

Che aspetto ha la borsa di sirena?

Le borse di sirena possono talvolta essere scambiate per alghe in riva al mare, poiché i piccoli baccelli neri o marroni possono assomigliare alla vescica d’aria di alcune comuni alghe marroni. Tuttavia, a un’analisi più attenta, si noterà che il baccello è caratterizzato da spighe o viticci arricciati alle due estremità della capsula. La forma e le dimensioni di queste caratteristiche ci permettono di determinare la specie ittica che ha deposto le uova.

Le borse quadrate o rettangolari con punte alle due estremità sono generalmente deposte dalle razze. Queste corna aiutano ad ancorare la borsa al sedimento soffice del fondo marino, che può essere sabbia, fango o ghiaia, a seconda dell’habitat di riproduzione preferito dal pesce.

Le specie di squali gatto depongono generalmente uova tubolari con viticci arricciati alle estremità. La femmina usa questi cordoncini per attaccare la borsa alle alghe nell’area di nursery dello squalo.

Una borsa di gattuccio (Scyliorhinus canicula), una specie comune di squalo gatto presente nell’Atlantico nordorientale e nel Mar Mediterraneo. Foto di Sarah Varian / Marine Dimensions.

Molti acquari espongono nursery di squali e razze con borse di sirene contenenti embrioni vivi. Guarda il video degli embrioni di Lesser Spotted Dogfish (noto anche come Small Spotted Catshark) nell’Atlantaquaria di Galway, in Irlanda. Si possono vedere i piccoli che agitano la coda per rifornirsi di ossigeno nelle loro borse.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Tutto chiaro quindi? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: