Il cerotto elettrico accelera la guarigione e uccide i batteri

Condividi l'articolo

Non è più un segreto che l’uso dell’elettricità può facilitare il processo di guarigione delle ferite. Questo è esattamente l’approccio utilizzato nel nuovo bendaggio sperimentale ePatch, che, inoltre, stimola il processo di guarigione uccidendo i batteri patogeni.

I ricercatori del Terasaki Institute for Biomedical Innovation hanno sviluppato un cerotto conduttivo flessibile chiamato ePatch che può accelerare la guarigione delle ferite. La novità è progettata per sostituire gli ingombranti e rigidi elettrodi utilizzati finora nella terapia del campo elettrico.

Il cerotto intelligente contiene nanofili d’argento come elettrodi incorporati in alginato, una sostanza assorbente per controllare l’umidità. Modificando chimicamente l’alginato e aggiungendo calcio, che nella miscela induce la proliferazione cellulare e la loro migrazione al sito della ferita, gli scienziati hanno ottenuto un materiale che aumenta la stabilità e la funzionalità dell’elettrodo.

L’idrogel risultante è stato stampato su un foglio di silicone flessibile, la cui superficie era parzialmente ricoperta da un motivo simile a uno stampino. Quando questo modello è stato successivamente rimosso, l’alginato rimanente è diventato la base per due elettrodi, che sono stati quindi collegati a una fonte di alimentazione esterna.

Leggi anche:

Quando la nuova tecnologia è stata testata su ratti con ferite aperte, si è scoperto che la corrente elettrica applicata accelera il processo di guarigione, non solo migrando le cellule della pelle e le cellule del tessuto di granulazione nel sito della ferita, ma anche formando vasi sanguigni e riducendo l’infiammazione. In particolare, nei ratti di controllo non trattati, le ferite hanno impiegato 20 giorni per guarire, mentre nei ratti trattati con ePatch, la guarigione delle ferite ha richiesto fino a sette giorni.

A causa delle proprietà antibatteriche dell’argento, la diffusione dell’infezione è stata ridotta al minimo. Inoltre, quando i cerotti sono stati rimossi al termine del processo di guarigione, i ratti trattati presentavano meno cicatrici rispetto al gruppo di controllo, il che è probabilmente dovuto almeno in parte al fatto che le cellule della pelle non aderivano al tampone di silicone e non si staccavano. 

È sempre stato noto che la stimolazione del campo elettrico fosse un metodo efficace per la guarigione delle ferite. La corrente attiva la migrazione delle cellule cutanee e di altri elementi di granulazione, favorendo la formazione di nuovi capillari e prevenendo un’eccessiva infiammazione. I creatori di ePatch sono fiduciosi che il loro sviluppo renderà la terapia elettrica più accessibile e quindi più popolare.

“Grazie all’attenta selezione dei materiali e all’ottimizzazione della nostra formulazione in gel, siamo stati in grado di sviluppare un e-Patch multifunzionale, facile da realizzare ed economico che faciliterà e accelererà notevolmente la guarigione delle ferite”, ha affermato il dott. Han del Terasaki Institute. 

Un articolo sulla ricerca è stato recentemente pubblicato sulla rivista Biomaterials.

In un futuro non molto lontano, sbucciarsi le ginocchia come facevamo da piccoli, non sarà più così problematico.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questo innovativo cerotto elettrico? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
1
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: