Le profezie di Bill Gates per il 2022: cosa si è avverato?

Condividi l'articolo

Che ne pensi?
+1
0
+1
2
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

È ormai una vera tradizione che Bill Gates faccia previsioni diverse prima dell’inizio di un nuovo anno e il 2022 non ha fatto eccezione. Attraverso il suo blog personale, ha pubblicato nel dicembre dello scorso anno un elenco di previsioni sul nuovo anno, oltre a una panoramica di come si svilupperà. Ora che siamo vicini alla fine del 2022, possiamo analizzare tutte le previsioni che ha fatto e vedere se anche questa volta ha fatto centro.

In generale Bill Gates è molto ottimista dopo un 2021 davvero complicato ma ogni tanto dice cose che si contraddicono. Ciò è dovuto principalmente al COVID-19, ed è per questo che ci sono molte persone scettiche

È innegabile che molte delle sue previsioni si siano avverate ma non potrebbe essere altrimenti, se consideriamo che ha avuto il super poter di prevedere la pandemia con quasi 5 anni di anticipo.

La fine della pandemia di COVID-19

Una delle grandi affermazioni che ha potuto fare per quest’anno è senza dubbio che la fine della pandemia di COVID-19 si avvicina. Nello specifico, fa notare che quest’anno la fase acuta della pandemia sta per concludersi e sembra che per il momento si stia compiendo. Il fatto che ci siano miliardi di persone vaccinate significa che la mortalità è diminuita drasticamente, dice. Sebbene al momento non sia stato possibile raggiungere la piena normalità, la verità è che i dati sono promettenti e indicano che Bill Gates ha finito per adempiere a quanto affermato nel suo post.

Pone molta enfasi, specialmente sui vaccini, sottolineando che i vaccini a RNA messaggero sono stati uno dei grandi progressi nella società nel suo insiemeQuesti saranno in grado di aprire la porta a molte altre varianti per curare malattie che oggi non hanno un trattamento come questo. Ma sebbene sia impegnato a porre fine a questa pandemia, la verità è che afferma anche che Microsoft è già pronta per poter affrontare di nuovo un’altra pandemia nel caso in cui riemergesse.

Questo è qualcosa che si estende in tutto il mondo, poiché crede che sia i governi che la società siano più consapevoli di questi progressi. Allo stesso modo, per Bill Gates, la fine della pandemia sarà stabilita dalle amministrazioni con gli sforzi che vengono messi sul tavolo per porre fine a questo flagello, soprattutto nei paesi non del tutto sviluppati e dove sono necessari investimenti. 

Ricordo ai miei lettori che Bill Gates è uno dei maggiori finanziatori dei vaccini e che ha anche affermato più volte che le prossime pandemie saranno peggiori.

Se è vero che la pandemia da COVID-19 è finita, è forse perché la gente si è rotta le scatole e vuole tornare a vivere!

Il telelavoro è qui per prevalere

Un’altra delle grandi previsioni che ha fatto per questo 2022 è strettamente correlata alla tecnologia stessa e al metaverso. In questo caso deriva dalla pandemia stessa, dove molte dinamiche sono cambiate nelle aziende stesse. La cosa più importante in questo caso è che la cultura dello stare in ufficio sta perdendo tutta la sua importanza. E quest’anno stiamo assistendo a numerose novità su come il telelavoro stia avanzando a passi da gigante, con l’obiettivo di garantire che nessuno debba essere rinchiuso in un ufficio. Nel campo della programmazione, ad esempio, abbiamo visto come le offerte di lavoro a distanza sono salite alle stelle.

Ma la tecnologia andrà molto oltre nei prossimi anni. Secondo la previsione di Gates, in due o tre anni si passerà dallo tenere riunioni con telecamere 2D a qualcosa di completamente diverso in uno spazio 3D in cui tutti i colleghi possono essere trovati con avatar 3D completamente digitaliCiò consentirebbe di riprodurre il fatto di trovarsi nella stessa stanza con il resto dei compagni di squadra grazie a questi avatar.

Leggi anche

Per ora, i dati supportano questa previsione di Bill Gates, soprattutto in Italia e in Spagna. Nonostante nel 2022 non ci siano più i confinamenti, dall’ONTSI (Osservatorio Nazionale Tecnologia e Società) il 7,5% della popolazione spagnola occupata ha continuato a lavorare telematicamente nel primo trimestre del 2022. Anche se questo rappresenta una diminuzione dello 0,4% rispetto all’ultimo periodo del 2021, si può vedere quante aziende potrebbero cambiare la loro visione sul non andare necessariamente al lavoro.

Senza andare oltre, lo stesso Governo Centrale ha approvato diverse linee guida rivolte agli stessi funzionari affinché possano continuare a lavorare da casa propria. Ciò significa che l’amministrazione può dare l’esempio, che se non c’è forza organizzativa che vi si oppone, chiunque può stare con il proprio computer a casa a svolgere la propria attività lavorativa. A tutto questo bisogna aggiungere che la Giustizia appoggia il telelavoro per conciliare meglio il lavoro con l’ambiente familiare.

L’unica cosa rimasta in questo caso è aspettare per vedere se la previsione di Gates in questo salto tecnologico finirà per realizzarsi nei prossimi anni. Richiederà senza dubbio un grande investimento da parte delle aziende per applicarlo, ma è abbastanza fattibile visto come ha funzionato durante la pandemia.

Lo smart working ha reso le persone più produttive, forse a causa delle ridotte pause caffé e delle chiaccherate con i colleghi. Questa tuttavia è una delle poche cose utili che questa pandemia abbia sfornato.

Una formazione digitale e accessibile

E oltre al lavoro, si prevede anche che la digitalizzazione raggiungerà “finalmente” l’istruzione. Ciò significa che le aule saranno trasformate con i nuovi strumenti che sono stati conosciuti durante la pandemia. In questo modo c’è anche la possibilità di ridurre il divario che esiste nell’istruzione in un futuro non troppo lontano in modo che qualsiasi bambino possa accedere agli strumenti online.

Inoltre, il corpo docente ha cercato in ogni momento di migliorare il proprio curriculum digitale negli ultimi due anni esplorando nuovi strumenti digitali. Ciò fornirà agli studenti il ​​miglior aiuto possibile durante lo svolgimento di un compito online, ma consentirà anche agli insegnanti di comprendere meglio come stanno andando i loro studenti.

Naturalmente ha parlato in innumerevoli occasioni dell’effetto che Microsoft può avere proprio in questo campo. Durante la pandemia, molti degli strumenti di questa azienda sono stati utilizzati, come Teams o la propria lavagna digitale, per presentare problemi agli studenti.

Ma perché questa previsione si realizzi, sarà necessario disporre principalmente di risorse. È una realtà che in molte famiglie non ci sono risorse economiche sufficienti per poter avere un computer, uno smartphone o un tablet per poter accedere a questi strumenti. Questo è qualcosa che è stato sperimentato in questa stessa pandemia, in cui molti comuni hanno dovuto acquistare attrezzature per prestarle alle famiglie al fine di continuare le lezioni.

La telemedicina guadagnerà forza

E infine, il campo in cui si nota anche questo miglioramento è quello della salute. È una realtà che durante la pandemia, gli appuntamenti non faccia a faccia con un medico sono stati scoperti per eseguire procedure minori come il rinnovo delle prescrizioni elettroniche. Ecco perché Bill Gates scommette sulla telemedicina e sugli appuntamenti con il medico tramite internet e senza doversi recare di persona. Ciò farà risparmiare ai pazienti molto tempo nel dover recarsi in un centro fisico.

Ma questo andrebbe ben oltre, se in casa ci fosse un orologio che misura i segni vitali, la glicemia, la frequenza cardiaca e altri dati che possono essere condivisi elettronicamente con il medico. In questo caso, abbiamo visto alcuni progressi nel corso del 2021 e del 2022 con Apple in prima linea in questo tipo di tecnologia nei suoi smartwatch. Allo stesso modo, si torna all’idea che la pandemia sarà in grado di accelerare questo processo di digitalizzazione della salute.

Il problema ancora una volta sarà il cambio di coscienza dell’intera società che in molti casi non ha accesso a questa tecnologia. Bisogna pensare che, ad esempio, in Italia le persone anziane non hanno uno smartphone con cui comunicare con il proprio medico attraverso una videochiamata o non vogliono avere sempre un orologio elettronico che non capiscono. Questo rende questa previsione indubbiamente avverata, ma in molti più anni di quanto si stia considerando in questo momento.

Che cosa ha indovinato Bill Gates?

Di tutte queste predizioni che sono state fatte da Bill Gates, la verità è che finora poche sono state soddisfatte. L’unico è stato legato al COVID-19 e alla pandemia generata, dal momento che le statistiche su decessi e infezioni indicano un calo. Gates fa anche notare che teme che ci sia una nuova mutazione nel codice genetico che farà apparire una nuova variante e metterà nuovamente sotto controllo l’intera popolazione.

Nelle sue previsioni afferma inoltre che durante questo 2022 lavorerà affinché la popolazione sia più preparata di fronte a una pandemia. Ciò significa che cerca consapevolezza e anche impegno nella ricerca con l’obiettivo che in futuro non si trovi più in una situazione simile.

Nel resto delle filiali il telelavoro sembra funzionare nel 2022, come previsto, e soprattutto crescere sul palco prima della pandemia. Ma la telemedicina e l’istruzione con tocchi di tecnologia potrebbero essere ancora molto più lontane, anche se nel resto dell’anno potremmo rimanere sorpresi.

Il mio parere

Non ci vuole un genio per affermare che le pandemie non si possono prevedere. Bill Gates invece lo fa con una precisione sconvolgente, il che francamente dovrebbe fare molto riflettere. 

Pandemie e digitalizzazione non sono profezie concetti ben orchestrati che sono parte integrante di un unico progetto, ovvero quello di controllare le vite di ogni singolo essere umano.

No caro Bill, tu non hai il dono dell’onniveggenza, tu dici cose che sai che si avvereranno perché sono state programmate dai tuoi cari amichetti che controllano l’economia mondiale. Mi dispiace, ma non sei Dio.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi delle previsioni di Bill Gates? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

Che ne pensi?
+1
0
+1
2
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0

Condividi l'articolo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Adblock Detected

Usi Adblock? E io come faccio a campare? 😥 Per favore, disabilitalo per questo sito! 🙏

Refresh Page
0
Would love your thoughts, please comment.x