GamesNews

Google rivoluziona il gaming: un’IA che gioca come te

Condividi l'articolo

Attraverso la sua divisione DeepMind, Google sta lavorando su un progetto che potrebbe rivoluzionare l’interazione dei giocatori con i videogiochi. Si tratta di un sistema chiamato SIMA (Scalable Instructable Multiworld Agent) che rappresenta un’intelligenza artificiale in grado non solo di giocare ai videogiochi, ma anche di imparare dai giocatori, adattarsi a diversi ambienti e seguire istruzioni in linguaggio naturale, fornendo un compagno di gioco per gli utenti.

SIMA è progettato per generalizzare il suo apprendimento su diversi giochi. Attraverso un processo di addestramento che coinvolge nove videogiochi diversi, dal popolare No Man’s Sky a Teardown, il sistema dimostra una notevole capacità di adattarsi a una varietà di ambienti virtuali e di completare compiti che vanno dal raggiungimento di obiettivi di navigazione alla costruzione di oggetti.

Ciò che rende SIMA unico rispetto ad altre intelligenze artificiali è il suo approccio basato sull’apprendimento per imitazione, piuttosto che sulla manipolazione diretta del codice o sull’apprendimento basato sugli obiettivi. L’intelligenza artificiale impara osservando i movimenti dei giocatori, identificando schemi e associandoli ad azioni specifiche. Questo approccio consente a SIMA di comprendere il gioco in modo più umano e di seguire istruzioni in linguaggio naturale senza richiedere l’accesso al codice sorgente del gioco o alle API personalizzate.

Leggi anche:

Lo sviluppo di SIMA rappresenta un importante passo avanti nella ricerca di un’intelligenza artificiale più dinamica e reattiva nei videogiochi. Oltre a essere un avversario o un alleato nel gioco, SIMA offre l’opportunità di essere un compagno di gioco cooperativo che comprende e risponde alle istruzioni dei giocatori da cui ha imparato.

Le potenzialità di SIMA non si limitano solo al mondo dei videogiochi. Google DeepMind mira a sviluppare agenti simili per affrontare compiti che richiedono pianificazione strategica e svolgimento di molteplici sottoattività, con possibili impatti significativi in settori come la logistica, l’assistenza sanitaria e l’istruzione.

Anche se questa ricerca è ancora in una fase iniziale, lo sviluppo di SIMA rappresenta un passo verso un futuro in cui l’intelligenza artificiale migliorerà non solo l’esperienza di gioco, ma diventerà anche un alleato che si avvicina all’essere umano, creando un rapporto più naturale tra sistemi e dispositivi.

Inoltre, Google ha anche sviluppato un altro progetto di intelligenza artificiale legato ai videogiochi chiamato Genie. Questo strumento consente di creare esperienze di gioco basate su immagini, schizzi o fotografie precedenti. Anche se ancora in fase iniziale, Genie ha dimostrato la capacità di comprendere e generare una vasta gamma di ambienti giocabili a partire da immagini, fotografie e schizzi, interpretando e reagendo agli elementi classici dei videogiochi come i movimenti dell’avatar, i salti sulla piattaforma e gli ostacoli.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 19 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments