La nuova lente intelligente risolve i problemi di cecità

Condividi l'articolo

I ricercatori cinesi hanno sviluppato una lente a contatto intelligente che previene lo sviluppo del glaucoma, una delle principali cause di disabilità visiva. Il dispositivo wireless rileva i salti della pressione intraoculare in modo tempestivo e rilascia automaticamente farmaci antipertensivi.

Finora, l’obiettivo è stato testato solo su occhi di maiale e coniglio, ma i risultati sono abbastanza promettenti da mettere alla prova la tecnologia negli esseri umani. L’obiettivo principale degli autori del progetto è prevenire lo sviluppo del glaucoma. Questa malattia è accompagnata da una pressione intraoculare anormalmente elevata, che provoca danni al nervo ottico, impedendo la trasmissione di informazioni visive al cervello.

L’immagine seguente spiega il funzionamento della lente intelligente:

Leggi anche:

Questa geniale lente cinese a doppio strato contiene il farmaco anti-glaucoma brimonidina. Quando i sensori integrati rilevano un aumento della pressione intraoculare, il sistema wireless attiva il rilascio del farmaco. La brimonidina scorre dalla parte inferiore della lente attraverso la cornea nell’occhio.

La brimonidina è un principio attivo, una molecola agonista α₂ molto selettivo utilizzato solitamente contro il glaucoma e instillato direttamente sotto forma di gocce oftalmiche.

“È stato molto difficile installare un complesso sistema teranostico costituito da diversi moduli su una lente a contatto. Ma ci siamo riusciti”, ha affermato l’ingegnere elettrico Cheng Yang della Sun Yat-sen University.

Finora, il dispositivo è stato sottoposto a ulteriori test prima di entrare nella fase di sperimentazione clinica sull’uomo.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questa lente intelligente? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

+1
0
+1
2
+1
0
+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x