News

Pirateria online: multe senza autorizzazione e indagini più veloci

Condividi l'articolo

Massimiliano Capitanio, commissario Agcom, ha annunciato l’imminente arrivo delle prime multe per pirateria in base alla legge approvata a luglio scorso. Le sanzioni andranno da 150 a 5.000 euro, con la cifra più alta destinata ai recidivi. Coloro che verranno colpiti saranno coloro per i quali è accertata la visione di materiale pirata.

Tuttavia, molti dubitano della fattibilità di questa misura, considerando che per emettere una multa è necessario tempo, indagini e autorizzazioni. Fino a ieri, la Guardia di Finanza doveva ottenere l’autorizzazione della magistratura per ogni singola persona coinvolta nell’indagine, rallentando il processo investigativo.

Tuttavia, ora è stato eliminato questo ostacolo: la Guardia di Finanza e la Procura di Roma hanno firmato un protocollo d’intervento che permette alle autorità di incrociare i dati raccolti sulle persone sospettate di utilizzare strumenti illegali senza l’obbligo di richiedere autorizzazioni per ogni singolo caso.

Leggi anche:

Le multe raccolte andranno al ministero della Giustizia per supportare la lotta alla pirateria e al ministero dell’Economia per campagne di sensibilizzazione.

Si prevede che le multe colpiranno soprattutto coloro che sostengono la criminalità organizzata pagando per fruire di contenuti piratati. Tuttavia, è improbabile che gli utenti occasionali o coloro che utilizzano applicazioni e siti web piratati vengano sanzionati, a meno che non ci sia una piena collaborazione delle piattaforme e degli operatori.

In ultima analisi, le multe mireranno a combattere la pirateria che finanzia la criminalità organizzata, facilitando indagini bloccate e sequestri di server. Tuttavia, il ramo “free” della pirateria, che offre contenuti accessibili gratuitamente, potrebbe essere difficile da sanzionare senza la piena collaborazione delle piattaforme e degli operatori.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 719 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments