News

Hacker violano Quest VR e mostrano immagini inesistenti

Condividi l'articolo

Gli esperti dell’Università di Chicago hanno condotto un esperimento visivo per mettere in evidenza le minacce alla sicurezza dei visori per la realtà virtuale. In particolare, hanno scoperto che il sistema del visore Oculus Quest può essere vulnerabile all’hacking, permettendo agli hacker di rubare informazioni personali, modificare azioni e mostrare immagini false agli utenti.

Leggi anche:

Il processo di hacking coinvolge l’impostazione del visore sulla modalità sviluppatore e il download di codice dannoso nel sistema. In questo modo, gli hacker possono accedere all’attività sociale degli utenti, modificare i messaggi e controllare le transazioni. Nel corso dell’esperimento, i ricercatori sono riusciti a violare 27 persone che stavano giocando a Beat Saber sul Quest VR, ma solo dieci di loro hanno notato il lag causato dall’hacking e solo uno si è reso conto che qualcosa non andava.

Questo studio evidenzia la necessità di prendere sul serio le minacce alla sicurezza dei visori per la realtà virtuale, nonostante non siano ancora diffusi tra il pubblico mainstream. Gli utenti devono essere consapevoli dei rischi e adottare misure di sicurezza adeguate per proteggere le proprie informazioni personali mentre utilizzano tali dispositivi.ùFonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Che ne pensi di questo hacking dei Quest VR? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
1
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 23 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments