Report dimostra come è facile spiarci dal nostro smartphone

Condividi l'articolo

Sigfrido Ranucci – “Basta uno squillo, una foto che apri, un messaggio… a quel punto questi software sono in grado di copiarti tutto quello che hai sul tuo dispositivo”.

I nostri smartphone sono sicuri? Le chat di WhatsApp, Telegram e Signal, sono davvero protette? È possibile raggirare la crittografia end-to-end tanto osannata in questi giorni da WhatsApp?

In vari articoli ho parlato della sicurezza informatica e più di una volta ho fatto notare che il suffisso “smart” non è mai da interpretare come qualcosa a cui dare troppa fiducia. Avere un cellulare in mano è come avere una spia! Possono ascoltare le nostre conversazioni dal microfono, possono vederci dalle fotocamere e possono rubare tutti i nostri dati. Questo è possibile sia grazie ad alcuni software che grazie ai virus trojan e ai malware.

Qualche anno fa, il programma “Le Iene” mandò in onda un servizio in cui mostravano come fosse facile spiare la nostra vita tramite il nostro smartphone. La cosa più spaventosa era che tutto questo era possibile solo perché la vittima, che naturalmente era d’accordo con i pirati, aveva dato loro il proprio numero di telefono. Proprio così, per spiarci, ai criminali informatici potrebbe bastare semplicemente il nostro numero di telefono.

Leggi anche:

Questa problematica è stata affrontata ieri sera dal programma Report trasmesso da Rai Tre, dove si è dato spazio anche alla sicurezza delle app di messaggistica come appunto WhatsApp, Telegram e Signal e ad altre piattaforme come Facebook.

“Ci sono dei software molto particolari di matrice israeliana che riescono a infiltrarsi sul telefonino in maniera molto semplice – ha spiegato agli amici di RadioRadio il conduttore Sigfrido Ranucci – basta uno squillo, una foto che apri, un messaggio… a quel punto questi software sono in grado di copiarti tutto quello che hai sul tuo dispositivo”.

Questi i punti salienti dell’intervista:

Qual è tra le app di messaggistica Whatsapp, Telegram e Signal quella più sicura? In questi giorni c’è stata una trasmigrazione da Whatsapp alle altre per via di un’informativa non molto chiara che era stata diramata a marzo proprio da Whatsapp. Adesso usano quasi tutte l’applicazione crittografata, una tecnologia militare.

Quando tu chatti con Whatsapp, Signal o Telegram criptati che cosa succede? Che se un terzo vuole intercettarti ed è all’esterno del telefonino non riesce a decriptare il messaggio, vede solo dei numeri. Però ci sono dei software molto particolari di matrice israeliana che riescono a infiltrarsi sul telefonino in maniera molto semplice: basta uno squillo, una foto che apri, un messaggio… a quel punto questi software sono in grado di copiarti tutto quello che hai sul tuo dispositivo.

In quel caso l’unico che si salva è Signal, perché ha un meccanismo di protezione all’interno del database del telefonino e tu non riesci a leggerlo. Però, ci sono dei trojan di ultimissima generazione che sono in grado, pensate, di fare gli screenshot dello schermo secondo dopo secondo e quindi di copiarti, di monitorare, quello che viene scritto con la tastiera.

Si può evitare che qualcuno ci spii?

Alcuni smartphone offrono determinate impostazioni che permettono di mettere fuori uso alcuni componenti. Tramite una procedura che ho spiegato in questo articolo, è possibile ad esempio disabilitare sia la fotocamera che il microfono. In questo modo, eventuali pirati informatici non avranno modo di vederci né ascoltarci ma ciò non toglie però che possano comunque spiare le nostre conversazioni o rubare i nostri dati e file multimediali presenti sul dispositivo.

Dove posso vedere la puntata di Report?

La puntata del 14 giugno è disponibile sul sito RaiPlay che puoi visitare direttamente cliccando su questo indirizzo. Per la visione del programma è necessaria la registrazione sul sito.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Lo sapevi che era così facile spiare il tuo smartphone? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso. Inoltre, se ti piacciono gli articoli di questo sito, puoi registrarti alla Newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].


Condividi l'articolo



Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi l'articolo

Stai visitando il sito con Adblock In questo modo rendi inutile il mio lavoro. Se ci tieni al nostro futuro, per favore disabilita Adblock!
You are visiting the site with Adblock (This will make my work useless). If you care about our future, please disable Adblock!

Clicca con il tasto destro del mouse sull’icona Adblock del tuo browser

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 1a.jpeg

Clicca su Sospendi su questo sito

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 2a.jpeg

Ora l’icona di Adblock ora è diventata verde.

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su guruhitech.com. Grazie! 😀


Condividi l'articolo
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x