News

Google Maps aggiunge l’IA per consigliare luoghi in modo personalizzato

Condividi l'articolo

La celebre app di navigazione satellitare Google Maps sta integrando le sue prime funzioni di intelligenza artificiale generativa. Questa tecnologia mira a cambiare il modo in cui cerchiamo e scopriamo luoghi, offrendo risultati più precisi e personalizzati attraverso un processo intuitivo e fluido.

L’azienda ha fornito i primi dettagli su come l’IA modificherà le ricerche nell’applicazione, che attualmente ha alcune limitazioni e non consente flessibilità nella ricerca di luoghi diversi.

Come Maps integra l’intelligenza artificiale

Uno degli aggiornamenti riguarda la capacità di effettuare ricerche utilizzando il linguaggio naturale. Ora, anziché limitarsi a termini specifici, gli utenti possono esprimere le proprie esigenze in modo più intuitivo e dettagliato.

Ad esempio, anziché cercare semplicemente “caffetteria”, ora è possibile chiedere a Google Maps “luoghi per prendere un rilassante caffè con latte nel centro di Città del Messico”. Il risultato sarà una lista di luoghi nella posizione menzionata con foto, recensioni e altre informazioni disponibili nell’applicazione.

Questa capacità di comprensione del linguaggio naturale è resa possibile grazie all’integrazione di modelli di intelligenza artificiale che analizzano ed elaborano le richieste degli utenti in modo efficiente, ha dichiarato l’azienda.

Leggi anche:

Un’altra funzione è la capacità di ricevere raccomandazioni basate su interessi specifici. Con l’intelligenza artificiale generativa, Google Maps può fornire suggerimenti personalizzati in base alle preferenze individuali e ai luoghi geografici in cui ci si trova.

Ad esempio, coloro che sono interessati a trovare luoghi con un’atmosfera vintage in una determinata città possono semplicemente esprimerlo nella barra di ricerca e ricevere raccomandazioni pertinenti, come negozi di abbigliamento vintage, negozi di dischi e mercatini delle pulci. Questo era qualcosa che non era possibile fare prima, poiché tutto si limitava alla ricerca di uno spazio specifico o di una categoria.

Inoltre, l’IA generativa consente agli utenti di fare domande aggiuntive e affinare i loro risultati. Dopo aver ricevuto una risposta iniziale, gli utenti possono continuare a interagire con l’applicazione, ponendo domande più specifiche o richiedendo ulteriori informazioni.

Ad esempio, dopo aver ricevuto raccomandazioni per luoghi con un’atmosfera vintage, gli utenti possono continuare la conversazione chiedendo informazioni su luoghi dove pranzare che mantengano la stessa atmosfera retrò.

La generazione di questi risultati avviene dopo l’analisi dei dati di oltre 250 milioni di luoghi in tutto il mondo, più di 300 milioni di recensioni degli utenti e l’utilizzo dei modelli di linguaggio proprietari di Google. Ciò permetterà agli utenti di avere un’esperienza molto più coinvolgente e intuitiva.

Attualmente, queste funzioni di intelligenza artificiale generativa sono in fase di test, con un lancio iniziale negli Stati Uniti per un gruppo selezionato di Local Guides, il programma di recensioni dell’applicazione, che forniranno feedback per migliorare la funzione prima del suo lancio a un pubblico più ampio.

Fonte

Ti potrebbe interessare:
Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è piaciuta questa notizia? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo guruhitech@yahoo.com.

+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
(Visited 83 times, 1 visits today)
0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments